Poliziotti massacrati da immigrati: “Non potete farci nulla”

Condividi!

Si moltiplicano i casi di immigrati che vanno a caccia di poliziotti. Come se fossero selvaggina che non può difendersi, perché lo Stato impedisce loro di farlo.

Come nel caso dell’islamico che ha chiamato i poliziotti e poi li ha aggrediti.

Un pakistano di 29 anni, clandestino sul territorio nazionale, è stato arrestato a Torino per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e rifiuto di fornire le proprie generalità.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’immigrato ha richiesto un intervento in via Nizza, ma quando gli agenti sono arrivati sul posto è scattato l’agguato: non solo non ha spiegato il motivo per la richiesta, ma si è avvicinato a loro minacciosamente e si scagliato contro ferendo uno dei poliziotti.

Questo è accaduto a Torino. Nelle stesse ore a Roma e Verona:

Africano rifiuta controllo e aggredisce poliziotti

Clandestino aggredisce agenti

E lo fanno perché sanno di avere le spalle coperte dalle strutture corrotte dello Stato:

Clandestini lasciano quarantena quando voglio e sfottono poliziotti: ‘Vaffanculo, tanto non potete farci nulla’

Tunisini sbarcano e sfidano poliziotti: “Tanto non potete farci nulla”

Caro poliziotto anonimo: il migrante è il tuo nemico. Il patriota è il tuo alleato.




3 pensieri su “Poliziotti massacrati da immigrati: “Non potete farci nulla””

  1. Mi sto rinfrescando la memoria sulle guerre civili. L’atmosfera sarebbe anche gravida di prospettive e la tensione giusta c’è. Gli eventi sarebbero propizi e in altri tempi probabilmente già si sparerebbe per le strade.

Lascia un commento