Il fuoco sgombera palazzo occupato dai clandestini – VIDEO 😃💥

Condividi!

Fiamme alte anche dieci metri nell’ex centro sportivo Tennis Azzurro di Nuova Ostia ora abitato da senza fissa dimora. Si è temuto che nel rogo fosse morto qualcuno dei clandestini che lo abita da mesi. E’ la seconda volta in meno di due mesi che le fiamme bruciano ciò che resta della struttura.

Fiamme alte dieci metri nella notte per un incendio che ha carbonizzato uno dei locali dell’ex centro sportivo Tennis Azzurro
Le fiamme sono divampate una manciata di minuti prima delle ore 2,00 della notte scorsa, tra sabato 11 e domenica 12 settembre nel fabbricato in legno adiacente al muro di cinta che separa l’ex centro sportivo Tennis Azzurro con i palazzi di case comunali in via Antonio Forni. Le lingue di fuoco, agevolate dalla struttura in legno e bandoni di plastica, si sono presto alzate fino a raggiungere l’altezza del terzo piano.

Allarmati dal fumo denso e acre oltre che dalle alte fiamme, i residenti non solo hanno chiamato i soccorsi ma sono scesi in strada per la paura che l’incendio potesse propagarsi all’abitato.

Sul posto sono intervenute due squadre dei vigili del fuoco che hanno spento il rogo dopo un lungo lavoro. In fase di bonifica i soccorritori hanno cercato a lungo tra legni carbonizzati e giacigli alla ricerca di eventuali vittime. Ciò che resta del centro sportivo, abbandonato da decenni, è infatti abitato da clandestini, soprattutto nordafricani.

Tutto il muro di cinta di via Forni, a rischio crollo, è stato recintato mentre al cancello, al numero civico 28 di via Mario Ruta, è stato apposto il sigillo dei vigili del fuoco. La struttura è pericolosa ed è vietato immettervisi. Alcuni residenti, però, sostengono che già questa mattina sono stati notati diversi uomini entrare e uscire dall’ex centro sportivo.

Per l’area abbandonata di via Mario Forni si tratta del secondo incendio in meno di due mesi. Era la notte tra 29 e 30 luglio scorsi, infatti, che i vigili del fuoco sono dovuti intervenire (leggi qui) per spegnere le fiamme.

Raggi si preoccupa dell’ultimo presidio italiano all’Esquilino, mica sgombera il degrado degli immigrati abusivi.




Lascia un commento