Chat ‘guerrieri’: procura valuta associazione a delinquere

Condividi!

La Procura di Milano sta valutando di indagare per associazione a delinquere i componenti del gruppo Telegram no vax denominato ‘I guerrieri’ perquisiti ieri dalla Digos e dalla Polizia postale di Milano. Nelle case di alcuni di loro sono stati trovati tirapugni, katane, sfollagente e spray al peperoncino.

Addirittura lo spray al peperoncino. Questi erano pronti al colpo di stato.

Abbiamo un governo che ha già fatto entrare più di 45 mila stranieri sul nostro territorio, tra i quali stupratori e terroristi: ecco la vera associazione a delinquere.




7 pensieri su “Chat ‘guerrieri’: procura valuta associazione a delinquere”

  1. sono sicuramente quelli di forza nuova

    essi da sempre
    hanno la funzione di delegittimare le proteste
    di modo che lo stato possa rispondere con reazioni violente

    la polizia non puo manganellare 10000 manifetsanti pacifici
    lo puo fare solo se
    si infiltrano questi macachi di forza nuova

    1. Beh, katane non sono uova… Ma comunque, nessuno esclude che non si tratti o di infiltrati o di una false flag. Chiunque si mettesse a parlare di certe cose su una chat pubblica, o è solo un cretino o uno di loro…

      1. Di katane ne ho 5 tra cui il set di Kill Bill, ornamentali e senza filo…sicuramente sono come le mie che non ci affetti manco il pane ma basta la forma x romperti i coglioni!!!Possiedo anche una temibile Condor originale anni 80, da galera, eh?🤣🤣🤣🤣

Lascia un commento