Corruzione al ministero dell’Istruzione, arrestato editore agenzia di stampa “Dire”

Condividi!

Corruzione al ministero dell’Istruzione: arrestato l’editore dell’agenzia di stampa Dire. Federico Bianchi di Castelbianco è finito in carcere nell’ambito di una inchiesta su affidamenti diretti di fondi concessi dal Miur, il ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca. L’arresto è stato condotto dai finanzieri del nucleo speciale di polizia valutaria di Roma su delega della procura capitolina. L’ordinanza del gip della Capitale è stata chiesta dai pubblici ministeri che si occupano di reati contro la pubblica amministrazione, coordinati dall’aggiunto Paolo Ielo.




3 pensieri su “Corruzione al ministero dell’Istruzione, arrestato editore agenzia di stampa “Dire””

  1. dire , fare baciare lettera o testamento?

    ma tutte ste agenzie Dire , Agi , Adnkronos , Ansa sono quelle che

    dicono che ci sono “pericolosi neonazzzzzzisti che voglion

    invadere lo spazio areo del cts?” Vero? ah beh…..

Lascia un commento