Hanno stuprato una ragazzina italiana: due nigeriani presto liberi

Condividi!

Stupro, pene confermate I due nigeriani presto liberi.La Cassazione: 5 anni per Ehikhebolo e 4 per Boi. Al primo restano da scontare 7 mesi, il secondo uscirà dal carcere a ottobre.

VERIFICA LA NOTIZIA

La Corte di Cassazione ha confermato la sentenza con la quale la Corte d’Appello di Ancona ha condannato Christopher Ehikhebolo e Patrick Boi, nigeriani rispettivamente di 22 e 23 anni, riconosciuti colpevoli dell’accusa di aver violentato una ragazzina ascolana, all’epoca dei fatti, il 20 ottobre 2017, 13enne. Il processo di secondo grado è terminato il 9 dicembre 2020 con la condanna a 5 anni per Ehikhebolo e a 4 anni per Boi, così come aveva già stabilito il tribunale di Ascoli.

I fatti per i quali i nigeriani sono stati condannati in via definitiva, risalgono al 20 ottobre 2017. La ragazzina 13enne ha raccontato di aver subito una violenza di gruppo dai due giovani, nella zona dei giardini di viale De Gasperi, nel centro della città. La vicenda suscitò profondo scalpore ad Ascoli, anche perchè si trattava di una minorenne.




4 pensieri su “Hanno stuprato una ragazzina italiana: due nigeriani presto liberi”

Lascia un commento