Africano pesta barista perché non gliela dà: poi pugni e calci ai carabinieri

Condividi!

L’africano ha pestato prima la barista e poi i militari perché lei non voleva dargliela.

Ben noto alle forze dell’ordine il ghanese arrestato a Torino di Sangro dove aver infastidito e aggredito la titolare di un bar pizzeria e, poi, reagito a suon di calci ai carabinieri chiamati dalla donna.

VERIFICA LA NOTIZIA

Stava chiudendo il locale, “Costa Verde”, quando è arrivato già visibilmente ubriaco il giovane ghanese: al rifiuto della donna di apprezzamenti e avances è scattata l’ira del giovane il quale ha cominciato ad insultarla e aggredirla. Il soggetto ha poi cercato di fuggire lungo la battigia alla vista dei carabinieri, prontamente intervenuti poiché in servizio preventivo lungo la costa dei trabocchi.

Trovato poco distante, a terra con un piccolo taglio ad uno zigomo, al tentativo di bloccarlo da parte dei carabinieri il ghanese ha reagito aggredendone alcuni a suon di. Una volta portato in caserma, a Fossacesia, ha continuato a prendere a calci tutto quello che trovava sulla sua strada.

Lo straniero, che già in passato si è reso responsabile di episodi simili, è stato quindi arrestato per l’aggressione alla donna e per violenza e resistenza nei confronti dei Carabinieri.

All’odierna udienza di convalida, il G.I.P. del Tribunale di Vasto ha disposto la remissione in libertà con l’obbligo di firma giornaliera presso i Carabinieri di Lanciano, fissando per il prossimo 06 ottobre il dibattimento e la discussione.

L’obbligo di firma.




8 pensieri su “Africano pesta barista perché non gliela dà: poi pugni e calci ai carabinieri”

I commenti sono chiusi.