Ius Soli, immigrati figli di Malagò hanno vinto 0 (ZERO) medaglie: i veri italiani 28

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Ormai mancano cinque giorni alla fine del baraccone olimpico, e non ci risultano altri atleti immigrati che dovranno gareggiare per l’Italia con speranze di medaglia. Quindi possiamo dire che la spedizione dei figli di Malagò, rispetto a quella dei Fratelli d’Italia, ha fatto flop. Parliamo di 28 medaglie a ZERO per il momento. Anche se dovessero portarne un paio nei prossimi giorni, sarebbe comunque la bocciatura di questa bizzarra – e per motivi etici e identitari vergognosa – idea di Malagò:

Ius soli sportivo, Jacobs gela Malagò: “Io sono italiano, in Texas ci sono solo nato”

E’ tipico degli immigrazionisti reagire ai continui flop della società multietnica chiedendo una dose maggiore di società multietnica: si comportano come i drogati in crisi d’astinenza. La capacità di comprensione è la stessa dei drogati in crisi d’astinenza.

Un flop ancora più evidente quello degli atleti importati e spacciati per italiani se guardiamo al numero:

Hillary Wanderson Polanco Rijo
Eseosa Desalu

Brayan Lopez
Yeman Crippa

Hassane Fofana

Ahmed Abdelwahed
Ala Zoghlami
Osama Zoghlami

Emmanuel Ihemeje

Zane Weir

Yassine El Fathaoui
Eyob Faniel
Yassine Rachik

Zaynab Dosso
Johanelis Herrera

Gloria Hooper
Dalia Kaddari

Benedicta Chigbolu
Ayomide Folorunso
Raphaela Lukudo

Yadisleidy Pedroso

Dariya Derkach
Daisy Osakue

Aisha Rocek

Frank Chamizo Marquez
Abraham de Jesus Conyedo Ruano

Noemi Batki

Sarah Jodoin di Maria

Insomma, non erano pochi.

E l’Italia nel medagliere è davanti a nazioni che hanno fatto incetta di atleti non autoctoni come Germania e Francia. Tutto questo senza parlare del trionfo di Wembley che ancora sciocca i Malagò.

Chi parla di ius soli dopo questi flop e chiede più rigoristi nonostante le zero medaglie è non solo un criminale dal punto di vista etico e identitario. Ma anche da quello meno importante dell’utalitarismo.




3 pensieri su “Ius Soli, immigrati figli di Malagò hanno vinto 0 (ZERO) medaglie: i veri italiani 28”

  1. Benedicta Chigbolu, di padre nigeriano e madre italiana: perché Jacobs sarebbe italiano e lei no? Sono ambedue figli di bianche ingravidate dai ne(g)ri. Dell’abominio.

    Abraham Conyedo è un allogeno naturalizzato che dovrebbe gareggiare con Cuba, non con l’Italia. Non è e non sarà mai italiano.

    Sarah Jodoin Di Maria non è un’immigrata. E’ di padre italiano e madre canadese. Italiana per sangue, per discendenza paterna, una di noi a tutti gli effetti. Quindi secondo me non è esatto metterla nell’elenco.

I commenti sono chiusi.