Consigliera FI aggredita in auto da immigrato: “Voleva trascinarmi fuori”

Condividi!

La donna era a bordo di un’auto, sul sedile del passeggero, ferma a un semaforo rosso.

A un certo punto un immigrato si è avvicinato e ha aperto la portiera all’improvviso: aggredita con il chiaro intento di rapinarla.

VERIFICA LA NOTIZIA

E’ accaduto al consigliere di Forza Italia del Municipio 5, Rosa Di Vaia, nella notte tra giovedì e venerdì, mentre si trovava in macchina col marito a Milano, una città fuori controllo.

Di Vaia, che ieri mattina ha denunciato l’accaduto ai carabinieri, ha raccontato che l’aggressione ha avuto luogo poco dopo mezzanotte e mezza all’incrocio con via Neera, all’altezza del Mercato Comunale. «Avevo trascorso la serata in Consiglio – spiega – e poi, io e mio marito siamo stati a cena al ristorante Ceppo Folle insieme a un amico».

È stato a quel punto della serata, che all’improvviso l’immigrato si è scagliato sulla macchina. mentre proprio in prossimità del semaforo c’era un altro extracomunitario che ballava da solo. Uno blocca l’auto e l’altro rapina.

Ovviamente, contando sul fatto che a bordo non ci sia un assessore.

«L’uomo si è buttato dentro la macchina, addosso a me, e sembrava volermi trascinare fuori» racconta la consigliera. «Ho reagito d’istinto, spingendolo fuori dall’auto, mentre mio marito mi teneva. Poi siamo ripartiti immediatamente anche se c’era il semaforo rosso».

Purtroppo senza investire il complice.




2 pensieri su “Consigliera FI aggredita in auto da immigrato: “Voleva trascinarmi fuori””

Lascia un commento