Aumentano i ricoveri e le terapie intensive

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Sono 6.513 i nuovi contagi da Covid in Italia (ieri 6.619 e poco più di 5mila lo scorso sabato), secondo i dati del ministero della Salute diffusi dalla Protezione Civile. Da ieri sono stati registrati altri 16 morti (ieri 18) che portano a 128.063 il totale delle vittime da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 264.860 tamponi, con un tasso positività che diminuisce al 2,45% (ieri 2,6%).

In aumento le persone ricoverate in ospedale con sintomi che sono 1.851 (ieri 1.812), con un aumento di 39 persone rispetto a ieri mentre sono 214 i ricoverati in terapia intensiva (+13 rispetto a ieri), con 25 ingressi nelle ultime 24 ore. Sono 4.134.680 i guariti (+2170) e 87.285 gli attualmente positivi (+4323).




10 pensieri su “Aumentano i ricoveri e le terapie intensive”

  1. e’ dalla preistoria che si conosce
    che vaccino e covid sono la stessa cosa

    bastava osservare Bergamo e provincia,
    ovvero la zona di Italia ove sono stati distribuiti piu vaccini antinfluenzali
    e con quasi tutti i casi covid della Lombardia

    Ma medici, scienziati e leghisti
    sono gli ultimi a capire

    1. Mi sa che hai ragione, ho letto un articolo su un fenomeno chiamato original antigenic sin, dice che quando il virus elude gli anticorpi specifici prodotti dal vaccinato il sistema immunitario del poveretto (tu diresti del leghista) si trova in difficoltà doppia, perché non solo fa cilecca con la risposta indotta, ma ritarda le altre difese innate. Se ai vecchietti di Bergamo hanno rifilato chissà che antinfluenzali nel 2018 o 2019 magari la strage l’ha fatta l’influenza e c’è andato di mezzo il povero coronavirus.
      Speriamo che questi vaccini nuovi non producano gli stessi effetti, ma penso di no, sono stati testati, mi sembrano sicuri stavolta.

  2. Ormai e’ almeno una settimana che i morti hanno ricominciato a risalire e con tutte le cautele del caso sarebbe interessante sapere quanti tra questi sono, percentualmente, i vaccinati demoliti dalla fin troppo buona variante Delta.
    Marciamo spediti verso la catastrofe grazie ad un rapporto tra positivi diviso i nuovi casi testati al 10,58% morti come detto in aumento e nuovi ingressi in terapia intensiva parimenti sconvolgenti, oggi + 25, quanti vaccinati?
    Ci vorrà la terza dose per chi ha fatto il vaccino tra i primi?
    Chi ha fatto il vaccino tra i primi e’ meno protetto rispetto agli altri vaccinati?
    Chi si aggrava veramente in Israele?

  3. Mentre la curva dei contagi nel Regno Unito ha arrestato bruscamente la sua discesa e l’ha invertita, oggi è il terzo giorno di fila coi contagi in risalita (mancano i dati della Scozia ma li aggiungeranno domani), Israele prosegue nella sua discesa agli inferi! Con 2484 positivi contagiati odierni Israele, paese più vaccinato al mondo, sperimenta per primo cosa accade quando passano sei mesi dall’inoculazione del vaccino pfizer.
    Anche i morti aumenticchiano, ricoverati e terapiati non ne parliamo, strano che in Italia non se ne parli 😀

Lascia un commento