Fedeli sobilla la rivolta degli immigrati positivi: “Meritano accoglienza migliore”

Condividi!

Non hanno vergogna quelli del Pd. Prima li fanno sbarcare e poi sobillano le violenze in nome dell’accoglienza. Come se li avessimo chiamati noi e non fossero entrati con la violenza sul nostro territorio. Ringraziate di non essere stati trattati per quello che siete, degli invasori, e rovesciati in mare, come sarebbe accaduto fino a qualche decennio fa e come tornerà ad accadere.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il giornale locale, facendo eco alla laureata Valeria Fedeli, si lamenta non per il problema sanitario che vive l’isola di Pantelleria ma per le condizioni di accoglienza degli invasori.

In cento, ammassati in una caserma con 25 materassi e un solo bagno. Sono le incredibili condizioni in cui si trovano i migranti sbarcati nei giorni scorsi a Pantelleria.

I migranti sono ospitati (si fa per dire) presso l’ex caserma dell’esercito “V. Barone” di Contrada Arenella. Una struttura che, per come è attrezzata, potrebbe ospitare 25 persone. Invece sono circa un centinaio i migranti, sbarcati nei giorni scorsi, che si trovano in condizioni molto precarie. Condizioni in cui molti non sono disposti più a stare, tant’è che qualcuno riesce ad uscire dalla struttura e ad andare per l’isola senza fare la quarantena.

Al momento dell’identificazione è previsto il tampone e solo i positivi sono sottoposti all’isolamento. Ma devono farlo in una tenda, non ci sono altre strutture. In tutto sono 13 i positivi accertati tra i migranti arrivati. Si tratta di una doppia emergenza, umanitaria e sanitaria. Da un lato non vengono garantite le condizioni igienico-sanitario all’interno della truttura, dall’altro i migranti, anche i positivi, possono uscire e andare in paese. E questo in un’isola che conta già un focolaio di Covid che cresce di giorno in giorno.

Le precarie condizioni igienico-sanitarie inevitabilmente hanno fatto esplodere la protesta dei migranti. E questo, come dice la senatrice del Pd Valeria Fedeli “desta preoccupazione”. “Migranti ospitati in condizioni assolutamente non accettabili presso una struttura inadeguata e fatiscente dove non è assicurato il minimo standard igienico-sanitario. Uno spazio non adatto ad accogliere i circa 50 migranti presenti, tra cui due donne una delle quali incinta e alcune persone in quarantena con il Covid” ha detto la senatrice Pd. “Considerato l’incremento degli sbarchi che si sta registrando in queste ore, in attesa che si concretizzino soluzioni strutturali comunque già previste e individuate sul territorio, è necessario garantire fin da subito un’accoglienza rispettosa della dignità di queste persone, della salute, dei diritti umani assicurando condizioni sostenibili e positive di convivenza e integrazione tra migranti e cittadini residenti sull’isola. Per monitorare e approfondire le iniziative che quindi mi auguro verranno tempestivamente assunte a questo scopo, come capogruppo PD in Commissione diritti umani mi farò portavoce, nell’ambito dell’attività che la commissione stessa già sta svolgendo su questo fronte, della proposta di organizzare una visita sull’isola già nelle prossime settimane”.




8 pensieri su “Fedeli sobilla la rivolta degli immigrati positivi: “Meritano accoglienza migliore””

  1. Migranti: corte tedesca, ‘in Italia trattamento inumano’
    Tribunale decide di non rimandare indietro due richiedenti asilo

    Come già detto: la fonte è l’Ansa
    La signora in questione è, peraltro, di una avvenenza davvero paradossale.
    Ma ‘n ce n’aveveno una mejo?

Lascia un commento