Ragazzina attirata in centro accoglienza e stuprata da branco profughi: scarcerati

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Tre immigrati, due siriani e un iracheno, hanno picchiato e stuprato una 18enne. Gli indagati hanno 18, 20 e 21 anni di età, non sono parenti tra di loro e sono emigrati in Germania con le loro famiglie nel 2015. Durante la grande marcia islamica del ‘welcome refugees’.

Il giudice li ha sorprendentemente scarcerati.

Secondo l’ultima ricostruzione forense, i tre profughi hanno attirato la 18enne in un appartamento ubicato in un complesso cittadino, dove gli aggressori vivevano con i genitori e insieme a tante altre famiglie composte da immigrati. E mantenute ovviamente dai contribuenti in questi complessi che in Germania sono centri di accoglienza a vita.

I tre sono attualmente a piede libero, tutti a casa dei propri genitori, ma devono comunque, in attesa del processo, sottostare ad alcune restrizioni, tra cui il divieto di avvicinarsi alla vittima dello stupro. Se gli accusati verranno riconosciuti colpevoli di aggressione sessuale, rischiano fino a 15 anni di carcere.




3 pensieri su “Ragazzina attirata in centro accoglienza e stuprata da branco profughi: scarcerati”

    1. C’è sempre una disadattata che per astinenza sessuale o frainteso indottrinamento ideologico (o religioso) si concede a questi sottosviluppati; salvo ad accorgersi ex post di essere stata abusata.
      Se frequenti congreghe afro o islamiche con lo spirito di Alice …….. spicciatela da sola.

Lascia un commento