Nigeriano agguanta la capotreno: “Ora ti violento”

Condividi!

Un 36enne di nazionalità nigeriana è stato denunciato in queste ore dalla polfer di Mestre per violenza, minaccia a pubblico ufficiale e violenza sessuale.

VERIFICA LA NOTIZIA

La donna, una capotreno di Trenitalia, è stata vittima di una aggressione sessuale mentre era in servizio in un treno regionale veloce in viaggio verso Venezia: all’altezza di San Donà di Piave è stata bloccata dall’aggressore tra le porte intercomunicanti e palpeggiata. E’ riuscita comunque, con difficoltà, a divincolarsi e a raggiungere la carrozza dove erano presenti numerosi viaggiatori, mentre l’immigrato nel frattempo è riuscito a fuggire.

La polfer, grazie alla testimonianza della vittima e alle riprese video dei circuiti di sorveglianza, è riuscita a identificare il 36enne. La foto dell’aggressore, ricavata dai filmati delle telecamere, è stata diramata agli uffici di polizia consentendo agli agenti di rintracciarlo e fermarlo.

L’africano, in precedenza residente a Padova e in possesso di regolare permesso di soggiorno a tempo indeterminato, è risultato senza fissa dimora.

Permesso a tempo indeterminato e senza fissa dimora. Feccia. Importiamo feccia. E questi sono i ‘regolari’. Non esistono immigrati regolari. Solo invasori.




5 pensieri su “Nigeriano agguanta la capotreno: “Ora ti violento””

Lascia un commento