Militari libici bloccano 15mila clandestini diretti in Italia, una cinquantina affoga

Condividi!

Un naufragio al largo della Libia ha provocato la morte di almeno 57 clandestini.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lo sfortunato viaggio di invasione è avvenuta al largo della città costiera libica di Khums, dove la barca su cui viaggiavano i clandestini si è capovolta. Alcuni sopravvissuti sono stati portati a riva dai pescatori e dalla guardia costiera, ha scritto su Twitter la portavoce dell’Oim Safa Msehli senza specificare quanti clandestini sono stati recuperati.

Sono quasi 15.000 i clandestini intercettati dalla guardia costiera libica sostenuta dall’Italia – nonostante la l’emendamento presentato dal PD e bocciato – nella prima metà di quest’anno, una cifra che evita all’Italia di sfondare i 40mila sbarcati.




7 pensieri su “Militari libici bloccano 15mila clandestini diretti in Italia, una cinquantina affoga”

  1. E’ piuttosto interessante che il partito della lamorghese voglia depotenziare la guardia costiera libica e al contempo lei si lamenti di non saper come fermare i barconi… …e che dopodiche’ aumenti i compensi giornalieri per i wannabe rifugiati. E’ stucchevole che si sia presentata a giurare con la mascherina di refugees welcome e blateri ancora la stessa medesima litania. I casi sono solo due, anzi uno solo: vuoi continuare il business delle coop e a noi altri ci offri oltre al conto anche una presa per il culo.
    L’alternativa sarebbe che sei un’idiota incapace, e pure questo potrebbe essere un valido prerequisito per fare il ministro degli interni di sx.

Lascia un commento