Patronaggio e PD vogliono soldi dei contribuenti per recuperare i cadaveri dei clandestini

Condividi!

Patronaggio vuole i soldi per andare a recuperare i cadaveri dei 9 clandestini del naufragio dello scorso 30 giugno, verificatosi fra Lampedusa e l’isolotto di Lampione (a circa 7 miglia e mezzo dalla più grande delle isole Pelagie, per la precisione).

VERIFICA LA NOTIZIA

Secondo quanto venne accertato – era però l’otto luglio – dal robot della Guardia costiera, un corpo era adagiato all’interno dello scafo, mentre gli altri otto erano sul fondale adiacente. Da allora, giorno in cui appunto il relitto venne localizzato – a 90 metri di profondità – dal robot sottomarino (Rov) in dotazione della nave Dattilo della Guardia costiera, tutto è rimasto fermo.

Non soddisfatto di avere utilizzato soldi pubblici per andare alla ricerca dei mancati invasori, Patronaggio vuole altri soldi. Per recuperare i corpi dei migranti che hanno perso la vita, e che erano stati appunto localizzati, ci vogliono i soldi. Denaro che dovrebbe essere stanziato dal Governo che dovrebbe anche dare l’autorizzazione al recupero. Ma al momento, né a Lampedusa, né ad Agrigento ci sono notizie o informazioni in tal senso.

Dal momento della localizzazione delle salme sono trascorse due settimane. Da ambienti vicini alla Procura della Repubblica di Agrigento si apprende che forse, per recuperare i soldi necessari per provare a riportare sulla terraferma le salme dei mancati invasori si starebbe interessando la Caritas.

Ve li immaginate i greci che raccolgono soldi per andare a recuperare in fondo al mare i cadaveri dei persiani affondati a largo del monte Athos?

E’ intervenuto anche l’eurodeputato, nonché medico ex responsabile del Poliambulatorio di Lampedusa, Pietro Bartolo: “In fondo al mar Mediterraneo ci sono nove corpi, nove persone per cui il viaggio verso l’Europa si è concluso a fine giugno in un terribile naufragio, che li ha fatti sprofondare a 80 metri, sul fondale. Le operazioni di ricerca sono durate settimane, ma da quando sono stati localizzati, non è partito alcun ok alle operazioni di recupero – ha scritto sui social – . Mi chiedo cosa stia attendendo il ministero dell’Interno. Non hanno raggiunto l’Europa, non inizieranno mai quella nuova vita che tanto avevano sognato. Negargli anche una sepoltura sarebbe davvero disumano” – ha concluso – .




5 pensieri su “Patronaggio e PD vogliono soldi dei contribuenti per recuperare i cadaveri dei clandestini”

  1. chi sono i troll del bd ano/vaccinodi che stan sempre sui siti di controinformazione, non di regime? chi sono , sono h24 su tale piattaforma disqus .com , cosa ci fanno? tale venturi, prinicipessa zoggola , tale carlo amurri? qualche exploit di kalilinux no e’?

    1. Non hai mai visto i commenti quando si parla di renzi ? Bravo, grande, finalmente un politico come si deve etc etc. Come quando la sboldrina faceva comizi su facebook. Brava, cosi si fa, un semplice tavolo niente soldi buttati etc etc Cosa vuoi che sia per loro metterci qualche imbecille scatenanato nei commenti a favore ?

  2. oramai stanno li e fanno molto ambient, poi… visto che sti morti di fame li sfamiamo noi, che almeno qualcuno di loro sfamassero i pesci , sono beduini ci pensassero i loro fraTeli d’arabi a non rompeteci le palle

Lascia un commento