Ucciso da assessore Lega era clandestino, PD e M5s difendono il criminale!

Condividi!

Chi vota Pd e M5s vota per chi difende gli spacciatori.

Youns El Boussetaoui, cittadino marocchino di 39 anni, irregolare in Italia, si trovava davanti a un bar di piazza Meardi quando avrebbe avuto una colluttazione con Adriatici. Il 39enne aveva numerosi precedenti, fra cui reati contro il patrimonio, spaccio di sostanze stupefacenti, truffa, resistenza a pubblico ufficiale e minacce.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il M5S polemizza dopo le parole di Salvini che ha giustamente difeso il suo assessore: “Quanto avvenuto ieri sera a Voghera è un fatto drammatico e grave che andrà chiarito dalle autorità inquirenti. Invitiamo la Lega a stare al suo posto. La ricostruzione dell’accaduto non è questione di competenza del Carroccio”. Il Pd attacca l’assessore leghista: “Girava armato senza alcun motivo”. E chiede al sindaco di dare un segnale immediato e di revocare le deleghe a Adriatici. Ma l’esponente leghista ha già provveduto ad autosospendersi.

E certo, non si gira armati, ci si fa ammazzare dai vostri clandestini che sparpagliate in tutta Italia. Meglio un brutto processo che un bel funerale. Ma non lasceremo che le vostre toghe processino un vero italiano che ha solo fatto il proprio dovere.




Un pensiero su “Ucciso da assessore Lega era clandestino, PD e M5s difendono il criminale!”

Lascia un commento