Spedizione punitiva contro italiani: branco immigrati massacra moglie e marito, è emergenza razzismo

Condividi!

Si moltiplicano i casi di razzismo contro gli italiani, mentre il Parlamento è impegnato nel discutere una legge che permetta l’esibizionismo gay nelle scuole.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il proprietario del Pigalle e i suoi dipendenti sono stati aggrediti questa notte, intorno all’una, per una birra versata in un bicchiere di plastica, da parte di un gruppo di abitanti di via Rospicciano.

Giampaoli, proprietario del night club “Pigalle” in via Mattei a Ponsacco, è stato aggredito da un immigrato.

La discussione ha avuto inizio quando allo straniero è stata servita una birra in un bicchiere di plastica e non in vetro.

L’aggressore dopo essere stato cacciato dal locale è tornato con un gruppo di connazionali che abitano nello stesso palazzo e ha aggredito sia il proprietario, sia la moglie che è stata colpita alla testa, il buttafuori e ha inoltre minacciato di morte il figlio sedicenne della coppia di proprietari.

Giampaoli è in ospedale con il setto nasale rotto e un trauma cranico, il buttafuori ha perso un dente.

Sul posto sono dovuti intervenire una pattuglia dei carabinieri, tre ambulanze, e l’automedica.




2 pensieri su “Spedizione punitiva contro italiani: branco immigrati massacra moglie e marito, è emergenza razzismo”

Lascia un commento