Sara Simeoni: «Io non mi sarei mai inginocchiata contro il razzismo»

Condividi!

«Inginocchiarsi contro il razzismo non serve a niente». Sara Simeoni, medaglia d’oro nel salto in alto alle Olimpiadi di Mosca ’80, contro l rito di sottomissione ai suprematisti neri di Black lives matters.

VERIFICA LA NOTIZIA

Sara Simeoni che in un’intervista alla Verità: «si può essere d’accordo con un principio anche senza essere plateali». Una critica esplicita al suo ex-mondo che, al contrario, «va avanti per spot».

«Viviamo in un mondo dove l’apparenza la fa da padrone», è l’amaro commento di Sara Simeoni. Che non ha esitato un attimo nel rispondere «no» alla domanda se lei si sarebbe inginocchiata. «Le apparenze – ha spiegato – non mi sono mai piaciute. Ho sempre preferito anteporre i miei comportamenti».




6 pensieri su “Sara Simeoni: «Io non mi sarei mai inginocchiata contro il razzismo»”

    1. E comunque, per onestà, è il caso di osservare che a fare queste uscite è solitamente gente non più in attività, con la sua bella dose di fieno in cascina, o con un assegno mensile garantito, o entrambe le cose. Ovvero gente “col culo al caldo”, il che rende le cose APPENA APPENA più facili.

  1. ma infatti i razzisti hanno la stessa funzione dei negazionisti per il covid,
    cioe lavorano per il sistema
    perche si fanno usare come pretesto

    essere contrari a tutto il marcio che vi e’ dietro questa deportazione e’ qualcosa di molto piu serio, del mero razzismo

    ci sono tanti italiani che non sono affatto razzisti
    ma non possono piu sopportare questo scempio

    io stesso tra negro intelligente come Malcomx ed un leghista
    ho molto (ma molto) piu rispetto e stima per il negro
    ma se potessi riporterei in Africa domani mattina
    tutti i negri che sono in Italia
    e magari
    ci manderei anche i leghisti e i personaggi tipo la Boldrini

    1. Messaggio chiaro e condivisibile. Però non capisco questo continuo accanirsi SOLO contro i leghisti. Non è che gli altri siano meglio, eh! Direi che ormai è tutto un pastone di personaggi improponibili, gente da palo della luce.

Lascia un commento