Tifosi inglesi hanno aggredito anche i bambini: tricolore strappato dal collo

Condividi!

Ieri italiani aggrediti fuori da Wembley.

VERIFICA LA NOTIZIA

All’interno dello stadio, le cose non sono migliorate, tutt’altro. “C’era un caos assoluto all’interno”, ha detto una tifosa di nome Laura . “C’erano persone ai nostri posti e troppe persone nella nostra fila, alcuni non avevano i biglietti” .

Denuncia di avere visto un tifoso dell’Inghilterra strappare una bandiera italiana che era legata al collo di un bambino. “Il povero bambino era con la sua famiglia e sembrava terrorizzato” .

Se vi occupaste delle vostre strade come vi occupate dei tifosi avversari non avreste un sindaco pakistano, a Londra.




3 pensieri su “Tifosi inglesi hanno aggredito anche i bambini: tricolore strappato dal collo”

  1. Laura, qualche considerazione: non si va allo stadio coi bimbi a vedere “partite complicate” e soprattutto, lo stadio non è il cinematografo moderno o almeno non dovrebbe esserlo. “Scusi, mr. hooligan, è seduto al mio posto”…
    Negli anni 80 era già una rissa per arrivare alla biglietteria e le gradinate erano esattamente “gradinate”: mettiti un po’ dove riesci. Sei fortunata che non ti abbiano lanciato uno scooter incendiato addosso.

    1. Vero, questi imbecilli vanno x dire ero là e va bene, ma non portarti bambini xché gli inglesi accettano stupri di gruppo delle loro figlie dai mussulmani ma quando si tratta di calcio…

  2. Mi sarebbe piaciuto riproporre la recensione di “Green Street Hooligans” al riguardo ma la potrete trovare nell’archivio di Vox in data 19 aprile 2020. QUalche curiosità sulla regista Lexi Alexander: si tratta di una palestinese nata in Germania, da cui l’amore profondo per gli ebrei che si evince anche da questo film.
    Oltre ad essere una regista è stata anche campionessa del mondo di karate shotokan semi-contact e ha impersonato “Kitana” nel “Mortal Kombat: live tour” a metà degli anni 90.
    La curiosità principale, secondo me, è il marito. Si tratta di tale Pat Johnson, nome che ai più non dirà nulla, ma presto scoprirete che sapete persino che faccia ha. Si dice sia il più grande allievo di Chuck Norris ed è cintura nera 9° dan di tang soo do. Ha partecipato a diversi film famosi fra cui “I tre dell’operazione drago”, “Tartarughe ninja”, “il Punitore” eccetera. Ma sono molti di più i film in cui è stato il coordinatore degli stunt e il coreografo dei combattimenti.
    Il ruolo più famoso che ha ricoperto e per cui probabilmente lo ricorderete è l’arbitro del “All Valley Karate Tournament”, ovvero il torneo di “Karate Kid”.

I commenti sono chiusi.