Euro2020: ha vinto l’unica squadra senza immigrati, la diversità è perdente

Condividi!

Qualunque cosa vi raccontino, la finale di ieri sera è il trionfo dell’unica squadra dell’Europa occidentale senza immigrati presente ad Euro2020. Possono anche farli inginocchiare, questo non cambierà mai ed è ormai scritto sui libri della storia sportiva.

Di più. A completa negazione dello ius soli e a trionfo dello ius sanguinis, è anche l’unica nazionale con tre figli di italiani nati all’estero. Cappotto completo.

La partita di ieri è stato poi un generatore spontaneo di meme:

Senza contare i tre rigoristi neri entrati per battere i rigori e che li banno sbagliati. E che ora sono insultati da un intero popolo, magari lo stesso che avrebbe esultato se avessero segnato: la società multietnica è così, funziona solo finché si vince, quando le cose vanno male è tutti contro tutti.

C’è stato anche il meme finale, con il ‘portoghese’ Eder a consegnare la coppa. Cosa volevamo di più da una manifestazione sponsorizzata dai terroristi di Black Live Matter? E da continue e imbarazzanti pubblicità arcobaleno delle multinazionali lungo i campi di calcio?

Vedere i rigoristi neri dell’Inghilterra sbagliare i rigori davanti alla pubblicità arcobaleno di Volkswagen che esalta la ‘diversità’ è stato particolarmente divertente. Gli si è rivoltato tutto contro.

E sì, è solo calcio. Ma visto che loro lo usano come propaganda, la propaganda gli si è completamente rovesciata addosso. Se avesse vinto la Francia, ne avrebbero dette di tutti i colori. Ora cercano di nascondere quello che è davvero accaduto.

Ma i meme sono più forti di loro.




5 pensieri su “Euro2020: ha vinto l’unica squadra senza immigrati, la diversità è perdente”

I commenti sono chiusi.