Danimarca blocca del tutto l’arrivo di nuovi migranti: tutti espulsi in Ruanda!

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
IL parlamento danese ha approvato la legge sull’immigrazione, voluta dal governo di sinistra, che ha l’obiettivo di bloccare del tutto l’arrivo di nuovi migranti nel paese.

La nuova legge, passata con 70 voti favorevoli e 24 contrari, prevede che le domande di asilo o di altre forme di protezione internazionale vengano esaminate in centri che si trovano fuori dal territorio danese, in un “paese terzo”.

Se l’Italia facesse lo stesso, ‘affittando’ una porzione di territorio libico dove riportare tutti i clandestini, non si imbarcherebbe più nessuno. Perché nessuno di quelli che si imbarcano fugge dalla guerra. E poi, il tempo che necessitano i nostri tribunali sconsiglierebbe l’avventura.

Tornando alla Danimarca, il Paese terzo si farà carico di accogliere i richiedenti asilo anche una volta che la loro domanda sarà stata accettata, e di espellere i migranti che avranno ricevuto un rifiuto. Capito? Fantastico. Del resto: fuggi dalla guerra e chiedi asilo? Allora puoi stare in qualunque Paese dove non ci sono guerre. Visto che non è il vero obiettivo di senegalesi, nigeriani e bengalesi, il traffico sarebbe stroncato immediatamente.

In altre parole, i migranti che faranno richiesta di asilo in Danimarca non potranno comunque entrare in territorio danese anche dopo avere ottenuto lo status di rifugiati: dovranno rimanere nel “paese terzo”. La Danimarca è diventato quindi il primo paese europeo a prevedere l’esame delle richieste di asilo al di fuori dell’Europa e a bloccare completamente l’arrivo di migranti nel suo territorio.

La proposta di legge era stata presentata dal governo socialdemocratico della prima ministra Mette Frederiksen (di centrosinistra), ma era stata appoggiata anche dall’opposizione di destra.

Il Paese terzo sarebbe il Ruanda. Noi, invece, ci andiamo a prendere i clandestini con gli aerei anche in Etiopia. Lo Stato italiano è corrotto fino al midollo. Serve una profonda azione di eradicamento.




9 pensieri su “Danimarca blocca del tutto l’arrivo di nuovi migranti: tutti espulsi in Ruanda!”

  1. Dobbiamo prendere atto del fatto che i danesi sono gli scandinavi più all’avanguardia.
    Speriamo che la norma proposta venga approvata sicché possa, successivamente, essere adottata in altri Paesi del Nordeuropa ed a seguire negli altri Paesi.

  2. non e’ auspicabile usare la libia come hotspot: bisogna trovare un paese piu a sud e poi mantenere il controllo delle frontiere sud della libia. Solo cosi si stronca il traffico, prima ancora che arrivino alla costa.

  3. In Danimarca, nonostante Copenaghen sia vicinissima geograficamente e culturalmente affine alla Svezia e alla Germania, le idee immigrazioniste non hanno fatto presa.
    Perché?
    ”Solo” quelle femministe hanno attecchito.
    Forse che, essendo una nazione piccola, la sua distruzione non è la priorità? A differenza della Svezia che, prendo in prestito la definizione di un utente, è la ”sorgente della bellezza umana”, e della Germania.

    1. L’utente ero io, grazie della citazione. Infatti stanno provando a distruggere quell’ideale antropologico per attestare la negrità come “ideale di bellezza”: chi è che lo vuole, domandatelo ad Aschberg, Spectre e altri sorosiani.

      1. Concordo su queste bella espressione, che mi era sfuggita. In effetti, la Svezia è al centro di un’areale dove predominano i caratteri fenotipici migliori della specie umana.
        Purtroppo, l’arrivo di milioni di africani e mediorientali sta mutando rapidamente questo stato di cose, un vero e proprio crimine contro l’umanità, per cui qualcuno un giorno dovrà pagare. E non solo chi orchestra, ma anche le popolazione che sfrontatamente ne approfittano. E non potranno dire che, “erano solo manovrate dai poteri forti”. Quelli pagheranno, ma anche le popolazioni che stanno cercando, e lo vediamo nelle città e nelle campagne europee tutti i giorni, di distruggere ciò che non potranno mai avere e che invidiano.

  4. Io farei a meno degli hot spot, non li vogliamo, non hanno diritto ad entrare, che vadano affanculo e ci restino!!!Costerebbe meno cannonare chi tenta di arrivare e deportare su enormi chiatte tutti i parassiti già arrivati ma nessun paese ha le palle x farlo!Ora la danimarca si ripulisce un po’ mentre qui la sete di scimmie aumenta col caldo…
    L’unica vera soluzione é mettere fuori legge il politically correct, chiudere all’accoglienza ed agli aiuti di ogni genere all’africa e difendersi militarmente da ogni tentativo d’invasione!
    Fermo restando che molti paesi specie nordafricani devono pagarla x tutta la loro merda e quindi qualche confetto omaggio bisognerebbe spedirglielo!!

Lascia un commento