Simbolico: il castello di Dracula diventa centro vaccini

Condividi!

Il castello di Bran, meglio conosciuto come il ‘castello di Dracula’, diventa anche un centro di vaccinazione anti-Covid per i viaggiatori. Che potranno unire, come ormai sta avvenendo in molte destinazioni turistiche in giro per il mondo, l’utile al dilettevole.

I rappresentanti del castello rumeno, reso celebre da Bram Stoker che vi ambientò il suo romanzo gotico, hanno annunciato che chi sceglierà di vaccinarsi da loro riceverà un “certificato di vaccinazione al Castello di Bran” e l’accesso gratuito alla mostra di strumenti medievali di tortura.

Il farmaco utilizzato, riferisce il quotidiano rumeno Libertatea, sarà quello Pfizer e non servirà fissare appuntamenti. Il centro nel castello di Dracula opererà solo nei fine settimana, per un mese, ma in caso di adesioni significative il periodo sarà esteso a tre mesi.

In realtà Vlad III di Valacchia ha solo avuto una cattiva stampa. Ha protetto più lui l’Europa di chiunque altro.




Un pensiero su “Simbolico: il castello di Dracula diventa centro vaccini”

Lascia un commento