Draghi rimanda le riaperture: “Ci vuole calma sul Coprifuoco”, ma spalanca le frontiere

Condividi!

Draghi e il suo governo stanno sbagliando tutto. Come è evidente, il vero pericolo, ora, arriva dalle varianti. Quindi la strategia dovrebbe essere: riaprire tutto in Italia e sprangare le frontiere. Non solo a clandestini e immigrati che vanno e vengono da casa loro, ma anche ai turisti e nel contempo vietare vacanze all’estero. D’estate il turismo nazionale può compensare quello estero.

Invece, questi fanno il contrario. Finirà male.

Sulle riaperture bisogna “calcolare bene il rischio. I dati sono abbastanza incoraggianti. Se l’andamento dovesse continuare in questa direzione, la cabina di regia procedera’ ad altre riaperture. E’ importante essere graduali, anche per capire quali riaperture avranno piu’ effetto sui contagi e quali meno”. Lo dice il premier Mario Draghi al termine del vertice europeo di Oporto.

Sul coprifuoco: “Come credo la maggior parte degli italiani voglio riaprire, voglio che le persone tornino fuori a lavorare, a divertirsi, a stare insieme, ma bisogna farlo in sicurezza cioe’ calcolando bene




Lascia un commento