Rivolta cittadini in hub vaccini, rifiutano in massa AstraZeneca ma Figliuolo ne ha 2 mln in frigo!

Condividi!

Insulti e minacce ai medici da parte di sessantenni che pretendevano di essere vaccinati con Pfizer o Moderna, invece che con AstraZeneca. E’ accaduto stamane nell’hub della Mostra d’Oltremare dove erano convocati quattromila cittadini della fascia d’età 60-69. “Diversi utenti – riferiscono fonti della Asl Napoli 1 – hanno rifiutato AstraZeneca pur in assenza di validi motivi. Per evitare che la situazione potesse degenerare, visti gli insulti e le minacce verbali agli operatori sanitari, il direttore generale Verdoliva ha chiesto un intervento delle forze di polizia, peraltro già presenti, al fine di sedare le proteste”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ma sono oltre due milioni le dosi del vaccino di AstraZeneca nei frigoriferi delle regioni: su un totale di 6.565.080 consegnate all’Italia ne sono infatti state somministrate 4.525.107, il 69% del totale. A disposizione ne rimangono dunque 2.039.973, vale a dire il 57,1% di tutte le dosi dei 4 sieri autorizzati dall’Ema e dell’Aifa e non ancora somministrati (che sono complessivamente 3.572.061). Di queste 2 milioni di dosi, una parte deve comunque essere tenuta da parte: la settimana prossima cominceranno i richiami per chi è stato vaccinato a metà febbraio, quando si è iniziato a somministrare il siero dell’azienda anglo-svedese.

Ecco spiegato perché vuole inocularlo ai giovani, anche nelle scuole. Anche se sono morti ‘solo’ 19 ragazzi su milioni di individui durante tutta la pandemia e, invece, decine di sospetti dopo AstraZeneca.




4 pensieri su “Rivolta cittadini in hub vaccini, rifiutano in massa AstraZeneca ma Figliuolo ne ha 2 mln in frigo!”

  1. Figliuoli esegue gli ordini di Draghi e Mattarella, che ci mandano al fronte con le scarpe di cartone. Si vogliono poche migliaia di morti per sedersi tra i vincitori al tavolo della pace?

Lascia un commento