Pazienti torturati perché di destra? il medico rimane al suo posto

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Sta rimbalzando sui social la storia di una dottoressa del Pronto soccorso di Borgo Roma, che ha postato alcuni tweet, annunciando di aver volontariamente ustionato pazienti in arresto cardiaco oltre ad aver somministrato morfina a tossicodipendenti arrivati in ospedale:

Medico veronese che vuole torturare i fascisti deferita alla commissione sanitaria

La dottoressa anche in passato aveva usato i social per postare foto e schede di pazienti sotto il nickname Comandante Diavolo, per quella vicenda la procura aveva chiesto l’archiviazione visto che i soggetti non erano identificabili:

https://www.larena.it/argomenti/foto-di-pazienti-su-twitter-infuria-la-polemica-1.3326490

Il che è ridicolo: mostri foto di pazienti nudi, li umili, ma non sei punibile.

L’Azienda ospedaliera interpellata sul caso replica che «sta facendo le verifiche del caso ed entro il fine settimana avrà il quadro della situazione completo». Nel frattempo, la dottoressa resta al suo posto.

Dopo del tempo in un centro di salute mentale, nell’aprile del 2020 la dottoressa avrebbe ottenuto la “dichiarazione di riottenuta sanità mentale”, come scrive lei stessa su Twitter in occasione del primo anno passato dalle sue dimissioni dalla casa di cura dove era ricoverata. Il medico, in un altro tweet del 22 aprile scorso, ha scritto: “Mi sono tolta 2-3 dipendenze, un 5 anni di morte imminente, ho messo in un angolo una malattia cronica, ho ripreso a lavorare e sono contenta”.

Su di lei ha scritto un pezzo molto esaustivo la Totolo.




6 pensieri su “Pazienti torturati perché di destra? il medico rimane al suo posto”

  1. Sta stronza schifosa é pure malata di mente e la lasciano al suo posto?Poi se dico che negli ospedali ti ammazzano sono un negazionista fascista?Solo xché é una fottuta pazza comunista é impunita?Ma postate nome e cognome che si sappia chi è sta merda!!!

  2. Era una battuta o questa veramente è stata in un centro di igiene mentale ed ora è tornata a fare il medico? Lo dico al di là dei comportamenti censurabili tenuti e che violano manifestamente la deontologia professionale.

Lascia un commento