Il 90% dei sostegni per la crisi del Covid sono finiti a immigrati

Condividi!

I fondi destinati alle famiglie milanesi per far fronte all’emergenza economica causata dai lockdown sono finiti nelle tasche degli immigrati.

VERIFICA LA NOTIZIA

Dei 6,4 milioni di euro disposti, oltre 5,5 sono finiti a immigrati. Parliamo di quasi il 90 per cento. Questo dimostra quanto sia sbagliato procedere per aiuti statali quando ospiti masse di immigrati, a meno che tu non preveda una clausola ‘prima gli italiani’ a prova di tribunali corrotti a cui fanno ricorso le associazioni finanziate da Soros.

Non solo, più di 18 milioni di euro per le misure di sostegno alle famiglie straniere e ai minori non accompagnati. Per la prima volta, nel 2020 l’assistenza è stata estesa anche ai diciottenni. La spesa complessiva è ripartita tra i 12.321.690 euro erogati dall’ente e dal contributo statale di 5.198.775 euro.

«L’amministrazione comunale destina pochissime risorse economiche ai progetti per la lotta alle dipendenze, ai centri di aggregazione giovanile, alle politiche per lo sport e alle parrocchie, che svolgono un importante compito coi giovani», accusa il consigliere di opposizione De Pasquale. «Il 25% di quei soldi per i giovani stranieri non erano dovuti, ma il Comune si è arrogato il diritto di spendere tre milioni e mezzo in più per assistere i maggiorenni, dimostrando ancora una volta quanto le politiche sociali della maggioranza siano sbilanciate verso l’accoglienza e l’assistenza agli immigrati». In sunto, la spesa per gli immigrati è aumentata del 50%. Gli aiuti hanno raggiunto 3.055 nuclei familiari stranieri e solo 478 famiglie italiane.




4 pensieri su “Il 90% dei sostegni per la crisi del Covid sono finiti a immigrati”

  1. Occorrerebbe prendere i “signori” gentiglioni e renzi (il minuscolo è d’ibbligo) e farli confessare sul contenuto dei loro famosi abboccamenti con il lurido giudeo ungherese, traditore della sua stessa gente al pari di qualiasi aske-nazi(sta).

  2. E’ sostanzialmente una delle tante misure di sostegno varate da molti governi dei paesi occidentali con un unico scopo : attuare il “genocidio” o comunque l’estinzione dei popoli bianchi lentamente e incessantemente. Questo processo si può notare non solo girando per strada o girando in varie stazioni ferroviarie, dove sostanzialmente, anche nel più piccolo nodo ferroviario, trovi almeno il 30-35 per cento delle persone composta da negri o simili ma anche nel sito web più impensabile noto scritte del tipo “supportiamo la comunità nera” o stronzate simili. Anche nelle cazzo di pubblicità(non in tv ma sul web) trovo spesso sempre qualche negro o qualche afroislamico. E’ una sorta di regime nazista al contrario ma mascherato dal buonismo.

Lascia un commento