Covid, Burioni vuole obbligo vaccinale: “No vax rischio per immunità di gregge”

Condividi!

I no vax potrebbero impedire il raggiungimento dell’immunità di gregge da coronavirus in Italia. A dirlo è il virologo Roberto Burioni, che lancia un invito via Twitter.

“Al momento” le persone che rifiutano il vaccino anti-Covid “non costituiscono un problema: dobbiamo vaccinare tutti gli entusiasti. Ma gli antivaccinisti – scrive il docente all’università Vita-Salute San Raffaele di Milano – potrebbero impedirci di raggiungere l’immunità di gregge obbligandoci a convivere con il virus”, quindi “a un certo punto la politica dovrà occuparsi di loro e della salute pubblica”.

Visto che i vaccinati sono contagiabili come tutti gli altri, perché i vaccini anti-Covid proteggono dalla malattia ma non dal contagio, di quale ‘immunità di gregge’ parla?




9 pensieri su “Covid, Burioni vuole obbligo vaccinale: “No vax rischio per immunità di gregge””

  1. Tutti devono essere vaccinati perché la loro propaganda non potrà in nessun caso giustificare un 20% o un 30% della popolazione non vaccinata che non si ammala e non muore tanto quanto il restante 70% di ipocondriaci.

  2. il leghista negazionista pensa
    “che il vaccino lo facciano gli altri, tanto io non lo faccio”

    e non ha capito che il fatto che gli altri fanno i vaccini
    sara la causa
    per cui sara obbligato a vaccinarsi

    1. Piuttosto compro certificati falsi da un negro, quella merda se la spara chi la vuole, io non sono proprietà di questo stato di merda
      e della mia vita decido IO, non 4 koglioni comunisti da 25 aprile!!!

  3. Avete segnato la data dell’adunata interista? Bene, perché dovremo verificare che la settimana prossima non accadrà nulla. Salvo manipolazione dei dati (tipo incrementi strategici nell’intensità dei tamponamenti).

Lascia un commento