Renzi con l’uomo dei Servizi di Conte in autogrill

Condividi!

Nella piazzola di un autogrill Matteo Renzi incontra un agente dei servizi segreti, Marco Mancini. È quanto mostra in esclusiva un video che ha ripreso di nascosto quell’incontro e che Report manderà in onda stasera. Un video che, secondo i renziani, la trasmissione della Rai avrebbe pagato 45mila euro.

https://www.facebook.com/ReportRai3/videos/469875840760711/

L’agente segreto Mancini, che ha incontrato Renzi, era da tempo in lizza per una nomina di peso all’interno degli apparati di intelligence, ma ha un passato ingombrante. Il suo nome è spuntato in diverse inchieste scottanti: dal caso Abu Omar, l’imam egiziano rapito a Milano da agenti della Cia e torturato al Cairo perché sospettato di terrorismo. Allo scandalo Telecom Pirelli, che portò alla scoperta dell’esistenza di un dossieraggio di massa di imprenditori, magistrati, politici e giornalisti. Il nome di Mancini è spuntato fuori anche nelle vicende che hanno riguardato Cecilia Marogna, la donna di fiducia del cardinale Angelo Becciu. L’ex Sostituto della Segreteria di Stato gli aveva affidato il compito di costituire un servizio segreto parallelo in Vaticano.

A proposito del video Renzi ha fornito proprio a Report la sua versione dei fatti. “Mancini è uno dei dirigenti dei servizi segreti con cui ho avuto incontri riservati. Penso di averlo visto anche all’autogrill. Se si fa riferimento al fatto che io lo abbia visto a dicembre in autogrill, assolutamente sì. A meno che non si voglia sostenere che l’incontro all’autogrill fosse riservato, ci sono pure le telecamere”.

“Mi pare di ricordare che questo video sia di dicembre o gennaio e mi colpisce molto perché io dovevo incontrare Mancini qui (al Senato ndr) me ne ero dimenticato, ci siamo sentiti mentre io ero già in viaggio verso Firenze e lui mi ha raggiunto all’autogrill a Fiano Romano. È molto strano che ci fosse qualcuno a riprendere questo video”.

Di cosa avete discusso? Di nomine? “Il dottor Mancini aveva un ottimo rapporto con il presidente Conte. Quindi sulle nomine bisogna parlarne con Conte. Anche perchè io sulle nomine dei servizi non ha mai messo bocca da un giorno specifico: 4 dicembre 2016, quando ho perso il referendum e mi sono dimesso. Chi decide è il presidente del Consiglio. Quindi da allora mai messo bocca, ho solo chiesto al presidente Conte di lasciare il ruolo di autorità delegata”. Conclude Renzi: “Mi chiedo solo chi ha fatto il video chi stava seguendo: il dottor Mancini o me?”.

A noi torna piuttosto alla mente quanto circolava a gennaio:

Conte vuole governare senza maggioranza al Senato: capo servizi segreti contatta senatori




Lascia un commento