Branco figli immigrati assalta Carabinieri: spunta pistola

Condividi!

Sei giovani peruviani tra i 19 e i 25 anni, di cui due donne, sono stati arrestati a Torino per l’aggressione a una pattuglia di carabinieri che era intervenuta dopo la segnalazione di un assembramento rumoroso, nel parco Cavalieri di Vittorio Veneto. Si trovano in carcere in attesa di essere processati per direttissima.

VERIFICA LA NOTIZIA

I ragazzi, in evidente stato di ebrezza da alcool e senza mascherine, prima si sono dimostrati collaborativi con i militari dell’Arma, poi li hanno aggrediti con calci e pugni, tentando di sfilare la pistola dalla fondina di un carabiniere.

Baby gang di immigrati scatenate a Torino: razziano i bus, sputano ai passeggeri e rubano tutto

Quando hanno visto arrivare i rinforzi hanno tentato la fuga a bordo di un’auto ma sono stati bloccati. Portati in caserma è stato disposto il trasferimento in carcere.

Le città del nord sono fuori controllo. I figli degli immigrati sono una minaccia per il nostro futuro. Le famose ‘seconde generazioni’ che Letta vuole rendere ‘italiane’. E che, comunque, già lo diventeranno con l’attuale legge se non torniamo allo ius sanguinis.

Questa è l’emergenza, non un paio di aggressioni ‘omofobe’ in un anno. Che poi, come sappiamo:

Branco immigrati massacra di botte gay al grido “Maricon”, invece di espulsioni chiedono ‘Legge Zan’

Sempre peruviani, sempre a Torino.




7 pensieri su “Branco figli immigrati assalta Carabinieri: spunta pistola”

  1. ormai siamo in una completa dittatura
    va tutto all’opposto, degli interessi del popolo

    tra coprifuoco
    lasciapassare vaccinale
    trattamenti farmacologi obbligatori
    eliminazione degli anziani e dei portatori di handicapp
    stato di polizia
    militari che gesticono le emergenze sanitarie
    realizzazione di campi di concentramento
    deportazione dai negri dall’Africa Orientale Italiana

    siamo tornati a tempi peggiori di quelli del nazzismo

    il bello sono tutti quei deficienti che inneggiano a quel periodo storico, dopo aver letto la favola di cenerentola
    e poi….si lamentano dei tempi che stiamo vivendo

  2. Il nazionalsocialismo (non il fanta-“nazzismo” – anche con una zeta sola – dei trogloditi conformisti) ha realizzato per il popolo tedesco e, in quanto esempio di possibile organizzazione collettiva, per i popoli del mondo intero, la società contemporanea più improntata alla vera salute pubblica e al bene comune, contro e al di là di capitalismo e individualismo shylockiano da un lato e di tirannia giudeobolscevica dall’altro, contro e al di là della “destra” reazionaria e della “sinistra” etimologica. In misura minore e con molti più compromessi lo stesso fece il fascismo per il popolo italiano (senza “G”). Questa fu la ragione essenziale del secondo megamacello, dichiarato e scatenato dalla kosherfinanza internazionale proprio allo scopo di distruggere tali esperienze miracolose – e contagiose. Ciò che sta avvenendo oggi, nella laida dittatura democVatica, non è che il compimento della funesta “vittoria” del 1945.

    1. infatti a quei tempi Mussolini ando ad accupare la Albania e a colonizzare l’Africa

      chissa come mai questo nazionalsocilismo
      era cosi bello
      ma dovevano mettere i coprifuoco
      altrimenti gli italiani facevano attentati ad i militari tedeschi.

      Quando i militari trovano in giro di notte qualcuno che non aveva il lasciapssare, semplicemente lo fucilavano

      Considera che la gente comune, per arrivare a fare attentati contro i militari, deve essere davvero esasperata
      tant’e che oggi nonostante li hanno portati alla fame e chiuso le attivita, si limitano a fare qualche protesta
      e neanche si sognano di andare a fare attentati contro la polizia.

Lascia un commento