Muore un altro siciliano dopo AstraZeneca

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
E’ stata sequestrata la salma di un uomo di Santa Caterina Villarmosa, dipendente comunale di 60 anni, deceduto ieri nella sua campagna in contrada Cascavallo, dove ha avuto un malore improvviso dopo il vaccino: due giorni prima si era sottoposto alla prima dose di Astrazeneca.

Sono intervenuti i carabinieri e gli operatori del 118 inviati dalla centrale di Caltanissetta in elisoccorso. Sono stati i familiari a segnalare ai carabinieri che l’uomo aveva fatto il vaccino 48 ore prima.




6 pensieri su “Muore un altro siciliano dopo AstraZeneca”

    1. in verita sono molto di piu, di quelli che appaiono

      c’e ne sono tanti che muoiono a 2 mesi dal vaccino
      e non c’e neanche un vago sospetto, che la causa sia il vaccino
      Viviamo in una societa di deficienti

      Finanche personaggi dello spettacolo quali Milva
      sono morti ad un mese dal vaccino
      e non e’ stata fatta nessuna associazione con il vaccino
      Si e’ detto che aveva un tumore ed era giunta la sua ora.

      peccato
      ae avesse dato retta a Ciampolillo piuttosto che a Zaia,
      avrebbe potuto vivere tanti altri anni.

        1. vengono ingannate anche le persone
          che non sono stupide

          si sono messi di mezzo anche i negazionisti
          che screditano tutta la controinformazione

          Ad un persona che ha parenti o amici, morti di covid
          se gli dici che non esiste essun virus,
          quello vorrebbe sbranarti vivo.

          I negazionisti, lavorano per il sistema
          perche uno che scosiglia di fare il vaccino
          e poi dice che non esiste nessun virus,
          automaticamente fa perdere credibilita anche agli antivaccinisti.

          Ma finche questo viene capito dai leghisti negazionisti
          puoi aspettare in vano.
          Quella e’ tutta gente da rieducare.

  1. Per questo tra negazionisti ed allarmisti io ho scelto la terza via: il virus esiste ed uccide, quindi viva il virus! Il vaccino non protegge ed al limite uccide, quindi viva il vaccino. Una bella massacrata, tanti corpi da bruciare sulle pire come in India o da sotterrare in fosse comuni improvvisate come in Brasile e non se ne parla più, purche’ la si smetta con quei camion Ariete degli alpini con dentro le bare, poche pare, che inquinano: Greta si arrabbia.

Lascia un commento