Ddl Zan, Ostellari: “Legge tocca diritti fondamentali”

Condividi!

“Capisco che faccia comodo semplificare le cose, ma non stiamo assistendo ad uno scontro fra buoni e cattivi. Il disegno di legge Zan tratta questioni fondamentali: affettività, famiglia, libertà di espressione ed educazione”. Così il presidente della Commissione Giustizia del Senato, il leghista Andrea Ostellari, all’AdnKronos, dopo l’attacco diretto da Fedez dal palco del Primo maggio.

“Su questi temi – avverte – non si improvvisa e non si scherza. Se una legge è scritta male, è dovere del Parlamento riscriverla o cambiarla. E questo per tutelare tutti, anche Fedez”, dice ancora con riferimento alle parole dell’artista che ieri sera dal palco del concertone ha chiesto di procedere con l’approvazione del ddl Zan.

Invece stiamo proprio parlando di uno scontro tra buoni e cattivi, e il vostro limite sta nel dirlo: i cattivi sono loro. I cattivi sono quelli che vogliono togliere ai bambini la mamma con l’utero in affitto, comprandoli al mercato della carne umana.

I cattivi sono quelli che vogliono imporre agli altri la propria perversa visione del mondo e metterli in carcere se si oppongono. La cosa bizzarra è che si dia spazio ad un maldestro cantante di canzoncine che si arroga il diritto di esigere l’approvazione di una legge che vede contraria la maggioranza degli italiani.




Un pensiero su “Ddl Zan, Ostellari: “Legge tocca diritti fondamentali””

Lascia un commento