Africano manda all’ospedale 4 poliziotti: calci, pugni e testate

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Ha mandato quattro agenti in ospedale. Li ha insultati, aggrediti e feriti. E non si è arreso neanche quando è stato ammanettato, cercando un’altra, violenta, reazione. Protagonista della follia è stato un 40enne cittadino egiziano, con precedenti specifici, poi arrestato con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e indagato per spaccio.

Le strade dell’uomo e dei poliziotti si sono incrociate verso le 21 di mercoledì sera in via Pichi, una strada in zona Navigli nota alle forze dell’ordine per problemi di spaccio e criminalità. Durante un normale servizio di perlustrazione del territorio, un equipaggio della Volante ha notato dei movimenti sospetti fuori dal condominio al civico 3 e ha così deciso di andare a controllare.

Nelle scale gli agenti hanno incontrato proprio il 40enne, che si è subito mostrato nervoso e ha consegnato la fotocopia di un documento, che comunque non è servito a chiarire la sua identità. A quel punto i poliziotti lo hanno perquisito e lo hanno trovato in possesso di due dosi di cocaina e 20 euro in contanti. L’uomo ha cercato di giustificarsi spiegando di essere un tossicodipendente, ma poi improvvisamente ha spinto giù per le scale uno dei poliziotti, prendendolo a calci, per guadagnarsi la fuga.

Inseguito dall’altro agente, e dai ragazzi di un’altra Volante arrivata in supporto, il 40enne ha continuato a insultare i poliziotti, scagliandosi contro di loro con violenza, tanto che per ammanettarlo è stato necessario usare lo spray al peperoncino. Neanche dopo essere stato immobilizzato, però, l’uomo si è arreso e ha provato a colpire gli agenti con delle testate.

Il bilancio finale del controllo è pesantissimo: quattro poliziotti sono finiti in ospedale con prognosi di 15 giorni. Anche l’arrestato, che già in passato aveva aggredito le forze dell’ordine, è stato poi accompagnato in pronto soccorso per essere medicato a causa dello spray urticante.

Vietato sparare ai criminali.




3 pensieri su “Africano manda all’ospedale 4 poliziotti: calci, pugni e testate”

  1. Non hanno ancora capito che, per evitare che questa merdaglia torni in circolo dopo qualche ora grazie alle toghe assassine, non vanno portati in questura, ma scaraventati giù da un ponte.

  2. Niente da ridire sulla gravità dell’episodio: se aggrediti, gli agenti dovrebbero essere autorizzati a fare a cuor leggero quel che serve per preservare la propria incolumità. Ma (ed è un grosso “ma”)… Che c’entra “aveva 20 euro in contanti? Se fermano me che ne ho sempre almeno 200 che fanno? Mi danno la sedia elettrica?

Lascia un commento