Milva è morta, malata da tempo: alcuni no-vax celebrano perché aveva fatto il vaccino anti-Covid e invitava a farlo

Condividi!

La società è diventata un’arena dove i tifosi delle idee si sbranano e perdono ogni senso di rispetto verso il prossimo.

È morta Milva, una delle più grandi cantanti italiane. Conosciuta con il soprannome di Pantera di Goro, è scomparsa a 81 anni dopo una lunga malattia. La notizia è stata data dalla figlia, la critica d’arte Martina Corgnati. Milva, vero nome Maria Ilva Biolcati, si è spenta a Milano. L’artista, famosa in Italia ma anche all’estero, aveva perso la coscienza del tempo e della memoria anche se qualche settimana fa aveva ricevuto il vaccino per il Covid-19. Milva la rossa era da anni afflitta da una malattia che l’aveva portata a ritirarsi dalle scene nel 2010 mentre stava lavorando ad un nuovo album discografico. Una patologia mai svelata del tutto che avrebbe colpito in particolar modo le gambe e la memoria. Nel 2019 Milva aveva rilasciato l’ultima intervista alla stampa, nella quale aveva elogiato due cantanti italiani: Francesco Gabbani e Laura Pausini.

Circolano anche obbrobriose celebrazioni tra i no-vax che fanno il paio con quelle dei fanatici del vaccino quando muore un no-vax di Covid:

Non va bene. Ognuno è libero di fare le sue scelte. E come non tutti i morti con covid sono morti di covid, questo vale anche per chi dopo una lunga malattia muore dopo essersi vaccinato.




2 pensieri su “Milva è morta, malata da tempo: alcuni no-vax celebrano perché aveva fatto il vaccino anti-Covid e invitava a farlo”

  1. “Alcuni no-vax”… manica di disgraziati complici di DVaghi e di Kill Gates, SICURAMENTE la schifosa acqua di fogna del “vaccino” ha dato il colpo finale alla sig.ra Milva, conformista di sinistVa che ha terminato il suo percorso terreno almeno con un po’ di coerenza, obbedendo al compagno SBeVanża. Ma a proposito, torno a ripetere: col cazzo, vero?, voi kosherlegaioli ùla ùla vi siete finora fatti infilzare… siate anche voi un minimo coerenti e procedete all’auto-impestamento. Sono sempre in “viglie attesa” che ciò accada.

  2. Bisogna vedere se ha fatto il richiamo, si dice che aveva fatto la prima dose un mese fa, se avesse fatto il richiamo dopo venti giorni la sua morte sarebbe sospetta. In ogni caso, cosa li vaccini a fare gli 81 enni malati cronici? Ma lasciate morire in pace la gente, dategli la morfina quando soffocano, a me al limite date un colpo di rivoltella alla nuca, che “vi faccio cadere io come muore un italiano”.

I commenti sono chiusi.