L’ultima di De Luca: “Generale Figliuolo tolga subito la divisa”

Condividi!

“Consiglio al commissario Figliuolo di andare in giro per l’Italia in abiti civili”. Cosi’ il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. “Quando si hanno funzioni civili, credo sia inappropriato andare in giro in abiti militari, con la tuta mimetica, gli anfibi. Questo rischia di determinare problemi delicati. L’immagine dell’Esercito deve essere tenuta fuori dalle polemiche politiche”, aggiunge.

Come se il problema di Figliuolo fosse la divisa. De Luca è geloso, vuole essere l’unico caudillo del cucuzzaro.

Poi altro gioiello:

“Ai ristoratori si può dire noi apriamo fino alle 22? E’ chiaro che è una presa in giro. La mia idea è: manteniamo il coprifuoco ma l’apertura dei ristoranti mi pare ragionevole consentirla fino alle 23 e il rientro dei clienti fino alle 23,30, magari conservando lo scontrino da esibire alle forze dell’ordine”. Cosi’ il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in diretta Fb.

Questa potevano concepirla solo lui, Toti e Zaia. L’idea che qualcuno possa rientrare a casa dopo perché è andato al ristorante e gli altri no è ancora più demente del coprifuoco. O lo togli o queste sono scemenze: vi immaginate i carabinieri che devono controllare se chi è in giro alle 23 ha lo scontrino? E poi, perché chi va a mangiare può e chi vuole farsi una passeggiata no? Ridicolo.




3 pensieri su “L’ultima di De Luca: “Generale Figliuolo tolga subito la divisa””

  1. Tra l’altro chi va a fare una passeggiata non rischia di infettare e di infettarsi, persino se fosse in gruppo, e persino se non si indossasse la mascherina, come si dovrebbe fare, il rischio sarebbe enormemente minore che stare fermi, all’aperto anche o peggio al chiuso, per due ore a chiacchierare ed abbuffarsi con colpetti di tosse e starnuti annessi.

Lascia un commento