Brasile, milioni non fanno richiamo: così il vaccino cinese sta selezionando varianti resistenti

Condividi!

Il piano vaccini in Brasile è a rischio: troppe persone non si sono presentate all’appuntamento per la seconda dose. Almeno 1,5 milioni di appuntamenti sono andati deserti, secondo il ministero della Salute. La bassa affluenza sembra essere dovuta alla scarsa comunicazione, con le persone che non si rendono conto dell’importanza della seconda iniezione o semplicemente dimenticano quando dovevano andare. In Brasile, il vaccino principale e’ il Sinovac Biotech, come in Cile, che ha un’efficacia di appena il 16% alla prima somministrazione. Il Paese ha il secondo bilancio per mortalità al mondo, dietro agli Usa, con piu’ di 380 mila morti dall’inizio della pandemia.

In realtà il Brasile viene dopo l’Italia, perché conta il tasso rispetto alla popolazione, non il numero assoluto, ovviamente. Comunque si dimostra la disorganizzazione dei Paesi multietnici e l’idiozia dei vaccini con richiamo durante una pandemia: stiamo selezionando varianti resistenti.

Se milioni di persone non fanno il richiamo, diventano ‘laboratori’ umani di varianti. Soprattutto quando il tuo vaccino è cinese.




4 pensieri su “Brasile, milioni non fanno richiamo: così il vaccino cinese sta selezionando varianti resistenti”

  1. Se non fanno il richiamo non sarà perché la prima dose li ha sfondati abbastanza? Io dopo il vaccino fatto durante il militare ho avuto 42 e mezzo di febbre, e non era neanche Astrazeneca 😂😂😂

  2. io non ebbi alcun sintomo invece, altra gente rimase a letto qualche giorno, ma una minoranza.
    Comunque, la mia proposta per i paesi africani e multietnici dell’america meridionale o della fascio indorientale è dargli vagonate di johnson e johnson ed astrazeneca, così noi ce ne sbarazziamo, e loro si vaccinano in maniera seria. J&J è monodose per modo di dire, di fatto lo è allo stesso modo di astrazeneca, tant’è che stavano valutando, prima del blocco, di un secondo richiamo per J&J e la protezione offerta è simile dopo la prima dose di Az.

  3. INGLESE, BRASILIANA, SUDAMERICANA, COSA C’È DA SAPERE SULLE VARIANTI DEL VIRUS – Stefano Scoglio

    byoblu.com/2021/03/01/inglese-brasiliana-e-sudamericana-cosa-ce-da-sapere-sulle-varianti-del-virus-stefano-scoglio/

    °°°°°°

    LE RIDICOLE VARIANTI DEL SARS-COV-2 – Stefano Scoglio

    drive.google.com/file/d/183NyXIJu4Oyl6JtORyRZpAVT3Du0y85l/view?usp=sharing

Lascia un commento