Immigrati ospiti a spese nostre lavorano per conto dell’ANPI

Condividi!

Piccoli Bezos crescono.

VERIFICA LA NOTIZIA

I clandestini ‘richiedenti asilo’ accolti a spese nostre dalla coop Il Cesto di Genova, tutti africani, hanno realizzato sotto dettatura della sezione Anpi ‘Teresa Mattei’, corone d’alloro che il 25 Aprile andranno ad ornare le lapidi dedicate ai partigiani. Una in particolare sarà affissa alla lapide in ricordo dei giovani partigiani che vivevano nei vicoli di Genova, lapide che sarà scoperta ai Giardini Luzzati. Sono gli stessi che lo scorso anno hanno cancellato una via in onore di Quattrocchi, vero eroe a differenza di chi senza gli americani sarebbe ancora sui monti.

“Abbiamo spiegato loro cos’è stata la Resistenza – ha detto Marco Montoli, presidente della coop il Cesto – perché è giusto che conoscano la nostra storia e le nostre radici. E adesso questi ragazzi chiamano i loro coetanei che hanno combattuto durante la Resistenza ‘eroi'”.

Insomma, fanno lavorare per conto dell’Anpi a spese dei contribuenti degli africani. Tipico.




Un pensiero su “Immigrati ospiti a spese nostre lavorano per conto dell’ANPI”

Lascia un commento