Draghi conferma coprifuoco alle 22: rissa con la Lega che si ‘astiene’

Condividi!

Il coprifuoco è confermato. Non è ancora chiaro se fino al 31 luglio. Ovviamente non vale per gli sbarchi, i porti rimangono aperti anche di notte.

Si va verso la conferma, a quanto si apprende da fonti di governo, del coprifuoco alle ore 22 nel testo del decreto riaperture. La Lega, a quanto si apprende, ha annunciato in Consiglio dei ministri che si asterrà sul voto sul decreto.

Era fissato alle 17, ma è iniziato con un’ora di ritardo il Consiglio dei ministri che scriverà la roadmap delle riaperture. Uno dei nodi principali, quello del coprifuoco, è stato al centro di un serrato confronto in una riunione che ha anticipato l’avvio del Cdm. Lega, ma anche Fi e Iv, erano favorevoli a spostare le lancette avanti di un’ora, alle 23. Ma fonti di governo sentite dall’Adnkronos sostengono che il premier Mario Draghi avrebbe spinto per confermare l’attuale limite delle 22.

O voti contro o voti a favore. Si astengono le femminucce.

Duro scontro in Cdm sul dl sulle riaperture. A quanto apprende l’Adnkronos, la Lega ha detto che non voterà il provvedimento. A far scoppiare la miccia, la decisione del premier Mario Draghi di non spostare il coprifuoco alle 23, ma di confermarlo alle 22. Non solo. Fonti presenti alla riunione sostengono che il presidente del Consiglio, prima dell’inizio del Cdm avviato con un’ora di ritardo, avrebbe espresso irritazione per l’affondo della Lega sul coprifuoco, mentre le decisioni sulle riaperture erano state prese in una cabina di regia dove era presente anche il partito guidato da Matteo Salvini. Il Consiglio dei ministri a Palazzo Chigi è terminato dopo appena tre quarti d’ora.




3 pensieri su “Draghi conferma coprifuoco alle 22: rissa con la Lega che si ‘astiene’”

  1. No, si astengono coloro che danno il loro appoggio silente. Non dimenticate che quelli della Lega sono al governo, non all’opposizione. Culo e camicia con gli stessi contro i quali spendevano parole di fuoco. Parole. I fatti li stiamo vedendo.

    1. possono permettersi di fare
      questo ed altro
      in una nazione ove le maggioranze trattasi sostanzialmente
      di scimmie parlanti, con diritto di voto

      Per questo la democrazia ha fallito
      ed i politici sono solo dei teatranti
      Quelli della destra poi, sono il peggio del peggio

      Il vero nemico e’ il deficiente e lo stupido
      e purtroppo in Italia ormai ne abbiamo tantissimi
      Non a caso oggi vincono nel consenso la Lega e la Meloni.

      Non oso immaginare quando si saranno mescolati geneticamente con tutti questi africani ed islamici
      Sara un vero incubo.

Lascia un commento