Poliziotti bruciati vivi da immigrati di seconda generazione, giudice: “Siete una risorsa per la nostra società”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Sabato sera la Corte d’assise di Parigi ha condannato in appello solo cinque dei tredici immigrati di seconda generazione processati per l’assalto a due auto della polizia a Viry-Châtillon (Essonne), nel 2016. Dopo la sentenza è scoppiata la protesta.

Il tribunale non ha seguito le richieste dell’accusa che aveva chiesto un’unica assoluzione e condanne da dodici a venticinque anni di reclusione penale per gli altri dodici imputati, ora di età compresa tra 21 e 26 anni.

Ancora più incredibile. Il giudice ha iniziato la sua requisitoria rivolgendosi agli imputati:“So che siete una ricchezza per la nostra società.”

Policiers brûlés vifs à Viry-Châtillon : l’avocat général a débuté son réquisitoire en déclarant aux accusés « Je sais que vous êtes une richesse pour notre société » (MàJ)




4 pensieri su “Poliziotti bruciati vivi da immigrati di seconda generazione, giudice: “Siete una risorsa per la nostra società””

Lascia un commento