Islamico prova a sgozzare agente nel Duomo, assolto perché “pazzo”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Lo avevamo anticipato:

Islamico prova a sgozzare uomo nel Duomo di Milano: scarcerato perché “ha problemi psichici”

Oggi l’immigrato islamico è stato assolto per totale vizio di mente.

L’africano, lo scorso agosto prese in ostaggio una guardia giurata all’interno del Duomo di Milano, minacciando di sgozzarla.

E’ stato stato assolto in quanto “non imputabile” perché “totalmente incapace” di intendere e di volere al momento dei fatti. A deciderlo è stato il giudice Silvana Pucci della settima sezione penale di Milano, la quale vista la pericolosità sociale dell’uomo ha stabilito per lui la misura di sicurezza di 3 anni in una Residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza (la struttura che ha sostituito gli ospedali psichiatrici giudiziari).

Dove gozzoviglierà a spese dei contribuenti. Rimpatriarlo no?

Per l’imputato lo scorso gennaio il giudice per l’indagine preliminare Raffaella Mascarino, in seguito alla perizia psichiatrica effettuata durante le indagini coordinate dal pm Enrico Pavone, aveva disposto il trasferimento da San Vittore a una Rems, ma al momento il 26enne si trova ancora in carcere perché nella struttura che dovrebbe ospitarlo non è stato trovato posto. La valutazione degli psichiatri aveva evidenziato come il fottuto migrante fosse affetto da vizio totale di mente e socialmente pericoloso.




2 pensieri su “Islamico prova a sgozzare agente nel Duomo, assolto perché “pazzo””

Lascia un commento