Covid, Burioni: “Pass 48 ore dopo tampone negativo è come preservativo tolto 48 ore prima del sesso”

Condividi!

Covid, Burioni: “Pass’ 48 ore dopo tampone negativo? Non ha senso”. Stavolta ha ragione.

“Leggo che si consentirebbe libertà a chi ha un tampone negativo nelle 48 ore precedenti per prevenire il COVID. E’ come consentire rapporti sessuali non protetti a chi si è infilato un profilattico nelle 48 ore precedenti per prevenire l’AIDS. Non ha alcun senso razionale”. Lo scrive su Twitter il virologo Roberto Burioni, in merito al dibattito sul ‘green pass’.

Burioni prosegue citando un episodio accaduto alcune settimane fa: “122 marinai vengono imbarcati in un peschereccio dopo un tampone PCR negativo. Nonostante questo a bordo parte un focolaio di COVID che colpisce l’85% dell’equipaggio. Dare il “passaporto” a chi ha un tampone negativo nelle 48 ore precedenti non ha senso”.

Come darlo a chi fa il vaccino. E visto che i tamponi sui chi sbarca sono inutili, vogliamo parlare delle migliaia di clandestini e della variante africana?




Un pensiero su “Covid, Burioni: “Pass 48 ore dopo tampone negativo è come preservativo tolto 48 ore prima del sesso””

Lascia un commento