Presidente Nigeria: “I nostri giovani sbarcano da voi per farsi mantenere”

Condividi!

Il presidente nigeriano Buhari, rieletto a stragrande maggioranza nel 2019, non è un tipo diplomatico. Anni fa sconsigliò l’Italia di accogliere i suoi connazionali:

Presidente Nigeria: “Non date Asilo a Nigeriani, da noi scappano delinquenti”

E poco prima di ricandidarsi ad un secondo mandato si era scagliato contro la popolazione giovanile che emigra senza motivo dal suo Paese. Ricco Paese.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Molti di loro non sono andati a scuola e sostengono che siccome la Nigeria è un paese produttore di petrolio, possono sedersi e non fare nulla e avere accesso ad alloggi, assistenza sanitaria e educazione gratuita”, ha detto.

Le sue osservazioni scatenarono l’ira dei giovani nigeriani sui social network. E l’hashtag #LazyNigerianYouths (“Lazy Nigerian Youth”) divenne virale in Nigeria. A dimostrazione che stavano seduti a non fare nulla.

Insomma. Abbiamo un Paese con un boom demografico e un surplus di giovani fancazzisti (definizione del loro presidente) che visto che non potendo essere mantenuti in Nigeria, scelgono l’Italia. Dove li attende un hotel per almeno 2 anni. Basta chiedere Asilo. Visto che con l’abrogazione dei decreti Salvini è tornata la famigerata ‘protezione umanitaria’ che rendere i clandestini nigeriani, senegalesi, pakistani, bengalesi e tunisini ‘profughi’ e clienti delle coop del noto partito che in Toscana fa affari con la ‘ndrangheta.

E ancora oggi c’è chi chiede di tere aperti i porti. Folli.

Perché come abbiamo scoperto poco dopo le parole di Buhari, il problema dei mantenuti è quello minore. Molti non si limitano a gozzovigliare in hotel. Si danno allo spaccio. O peggio. Fanno a pezzi ragazzine.

Grazie Buhari della sua sincerità. Quello che dobbiamo metterci in testa è che non sono i migliori di quei posti a salire sui barconi: il contrario. E vista la sua rielezione, i suoi concittadini la pensano come lui.




3 pensieri su “Presidente Nigeria: “I nostri giovani sbarcano da voi per farsi mantenere””

  1. Invece di parlare, i capi degli Stati africani, facciano i fatti cominciando dall’attuare politiche di riduzione drastica delle nascite attraverso:
    -sterilizzazioni obbligatorie di massa per i maschi con 2 figli;
    -aborto libero;
    -diffusione gratuita dei preservativi;
    -messa fuorilegge della poligamia.

Lascia un commento