Messina, 61enne ricoverata per trombosi dopo AstraZeneca

Vox
Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Una donna di 61 anni è ricoverata in rianimazione per una sospetta trombosi. Era stata già ricoverata nell’ospedale di Patti. In corso verifiche su eventuali collegamenti col vaccino Astrazeneca che le è stato somministrato lo scorso 3 aprile.

Vox

I sintomi – Un forte mal di pancia, iniziato alcuni giorni dopo la vaccinazione. Un dolore molto forte. La donna è stata prima ricoverata nell’ospedale di Patti. Dopo alcune giorni, è scattato il trasporto nel reparto di terapia intensiva del Papardo di Messina.
La diagnosi

“Trombosi dell’arteria mesenterica”, hanno detto i medici a LiveSicilia. La signora è in condizioni stabili, non è intubata e sta rispondendo bene alla terapia con anticoagulanti




6 pensieri su “Messina, 61enne ricoverata per trombosi dopo AstraZeneca”

  1. E VOX VUOLE CHE GLI ITALIANI VENGANO VACCINATI. Meglio usarlo sugli immigrati, il vaccino, almeno quella feccia negra ce la togliamo di torno il prima possibile.

    1. Ho la sensazione che inietteranno ai negri solo acqua. Così prenderanno 2 piccioni: faranno vedere che siamo tutti uguali e a loro non verranno i mille gravi malanni portati dall’oscuro siero.

      1. Si inventeranno qualche cazzata colossale del tipo “loro sono meglio dei bianchi quindi non muoiono”, lo faranno al 100%

      1. Cfr. ECCO LA FANTA SIRINGA CON AGO RETRATTILE IN PLASTICA DURA CON LA QUALE FAN FINTA DI ” VACCINARSI” POLITICI, CAPI DI STATO, GOVERNATORI DI REGIONI, CANTANTI, ATTORI E BURATTINI TUTTI, archive.org/details/ecco-la-fanta-siringa-con-ago-retrattile-in-plastica-dura-con-la-quale-fan-finta

  2. Si vox, e’ giusto attaccare Draghi e Conte con qualsiasi poi retesto, però se I vaccini vanno a rilento e’ chiaro che lo stanno facendo apposta: sono obbligati a vaccinare dai loro padroni, altrimenti mentana e mieli li criticano, però meno ne vaccinano meno muoiono.

I commenti sono chiusi.