Putin ordina ad un milione di clandestini di lasciare la Russia entro il 15 giugno

Condividi!

Il governo russo ha ordinato ai migranti degli stati post-sovietici che vivono illegalmente in Russia di lasciare il paese entro il 15 giugno.

VERIFICA LA NOTIZIA

A metà dicembre, il presidente Vladimir Putin aveva esteso lo status di residenza dei cittadini stranieri residenti in Russia fino al 15 giugno 2021, a causa della pandemia di coronavirus che rendeva impossibile rinnovare i permessi. Questa misura riguardava i migranti provenienti da paesi della Comunità di Stati indipendenti (CSI) che vivevano in Russia senza documenti appropriati.

“Queste persone saranno punite con l’espulsione” se non se ne andranno prima della scadenza del 15 giugno, ha detto RIA Novosti, citando il viceministro dell’Interno Alexander Gorovoi.

Secondo i dati del Ministero dell’Interno, più di 332.000 migranti illegali dall’Uzbekistan risiedono attualmente in Russia, così come 247.000 dal Tagikistan, 152.000 dall’Ucraina, 120.000 dall’Azerbaigian, 115.000 dal Kirghizistan, 61.000 dall’Armenia, 56.000 dalla Moldova e 49.000 dal Kazakistan.




31 pensieri su “Putin ordina ad un milione di clandestini di lasciare la Russia entro il 15 giugno”

      1. Tu sei un povero fesso da tastiera, cerca amici nei social arcobaleno anche se una personalità come la tua sta sul cazzo persino agli oggetti eroe del politically correct.
        E vaccinati.

        1. Quindi mi confermi che ti limiti ad inveire attraverso la tastiera e che nella vita reale non sei capace di muovere un dito. Insomma un poveraccio che si sfoga nel mondo virtuale. Contento tu…

        1. Visto che a tutti prudono le mani, io proporrei di incontrarci tra noi, fare una bella scazzottata e non si sa mai che si allarghi a macchia d’olio e ne nasca una Rivoluzione generale.
          Nei film western accadeva😄

        2. Il lupetto solitario che riesce a ringhiere giusto con la tastiera. Un altro leone da tastiera che si aggiunge alla lista. Sulle tue minacce di violenza mi fai solo pena. Devi avere una vita triste. Comprati una bambola gonfiabile e sfogati visto che sicuramente non trovi nessuna che te la dia (neanche a pagamento).

  1. praticamente sta facendo danni come al solito
    al suo stesso popolo,
    facendoli applaudire
    approfittando della loro ignoranza
    facendo passare la merda per patriottismo e individualismo

    giacche queste persone sono in gran parte
    parenti dei russi, che hanno cittadinanza russa.

    Un ucraino che vive in Russia
    e parla in russo dalla nascita
    e’ come un Croato che vive a Trieste, perche ha i parenti a Trieste
    ma che non ha potuto permettersi di regolare la sua residenza in Russia, semplicemente perche non ha soldi per farlo.

    1. Si come tua sorella che si fa montare da un nigeriano , coglione 5 merda va a affanculo tu tua sorella e il nigeriano che se la intorta, andate tutti affanculo in africa e già che ci siete portatevi tutto il movimento col capo pagliaccio compreso e la negra della moglie, il figlio no, quello lo manteniamo volentieri noi, si!, ma in galera!

      1. ma perche voi leghisti non ve ne andate a vivere in Russia?

        Putin vi sapra fare discorsi piu belli di quelli di Salvini.

        a Mosca troverete la piu alta concentrazione di miliardari al mondo
        e poi la stragrande maggioranza di persone con le pezze al culo, che farebbero impallidire anche i leghisti

  2. Chi non ha i documenti in regola e non ha un reddito minimo per potersi mantenere, deve essere espulso, punto e basta. La Russia è un paese sovrano, erede dell’URSS che vinse l’ultima guerra, per cui è una nazione sovrana e libera di decidere cosa fare all’interno dei suoi confini. L’Italia no, è una nazione sconfitta nell’ultima guerra e vassalla degli Stati Uniti, quindi può decidere sto ca**o.

    Il vassallaggio degli Stati Uniti si poteva accettare se almeno erano una nazione come si deve, invece sono lo schifo del mondo.

    1. dovete anche sapere
      che la Russia e’ un territorio enorme
      con ricchezze abnormi

      ma tali ricchezze non arrivano al popolo,
      bensi alla oligarchia.

      il popolo russo
      e’ un popolo piu ingannato di quello leghista
      ove con la demagogia putiniana, simile a quella di Salvini o Meloni
      gli hanno tolto pure il buco del culo

      Se veramente voleste vedere la verita
      vi basterebbe osservare cosa ha fatto la Russia
      nella questione Covid, ove ha seguito passo passo, le stesse cose che hanno fatto nella quasi totalita del mondo

      Nonostante ci sono paesi
      come la Svezia, o la Bielorussia, o il Madagascar, o la Tanzania
      che sono rimasti fuori dalla truffa,

        1. paradossalmente i russi, hanno vissuto bene o benino, finche c’era il comunismo
          Infatti lo riampiangono con lacrime amare.

          Poi hanno aperto il capitalismo sfrenato
          ove una piccola parte si e’ appropriata di tutte le ricchezze
          e tutti gli altri sono rimasti a morire di fame e di freddo
          conservando peraltro i retaggi di una mentalita comunista, ove non erano neanche in grado di capire i meccanismi del capitalismo.

          Nel comunismo si viveva come se non ci fosse un domani
          e tutt’oggi se dai 1000 euro ad un russo, fino la sera li ha spesi tutti
          senza pensare che quei soldi potrebbero essergli utili anche domani.

          Poi hanno messo la marionetta Putin, a tenere buono il popolo
          facendolo nutrire di zuppa di patate e patriottismo
          e prese per il culo sullo stesso genere di quelle di Salvini o Meloni.

          Mai
          un leghista russo capira
          che la guerra tra Russia e America,
          e’ in realta una guerra del potere mondialista,
          contro il popolo russo e il popolo americano.

          Figuriamoci cosa potranno capire della Russia., quegli analfabeti dei leghisti italiani
          che non capiscono nemmeno cosa accade per davvero in Italia

          1. Capitalismo e collettivismo sono due sistemi economici che producono enormi masse di poveri e una minoranza di ricchi. In ambito capitalista i ricchi sono soggetti privati che si arricchiscono sulle spalle degli altri e controllano la politica, in quello collettivista i ricchi sono i burocrati o le personalità legate al regime.

            Il passaggio dal collettivismo al capitalismo per la Russia è stato sicuramente devastante, perché ha reso il popolo più povero di prima. Perché povero lo era già da prima, non stava meglio, non era più ricco.

            Invece da quando c’è Putin, il benessere economico in Russia è cresciuto, anche se certamente l’apparato industriale non è a livello di quello europeo, statunitense, cinese e giapponese. Quella degli oligarchi è una realtà senz’altro, in cui sostanzialmente il potere economico è concentrato nelle loro mani. Però siccome la Russia di Putin è dirigista, possono operare e arricchirsi solo se ciò non va in contrasto con l’interesse nazionale.

  3. ““Queste persone saranno punite con l’espulsione” se non se ne andranno prima della scadenza” cioè se non lasciano il territorio verranno espulse. Dubbio: perché un illegale dovrebbe andarsene se comunque sarà espulso se fermato? Spero non sia un ragionamento troppo complicato da proporre in questo blog…

  4. Che modo ingrato di trattare gli abitanti delle ex repubbliche sovietiche. Parlano tutti il russo, condividono molto delle rispettive culture, si sono incrociati per molte generazioni ma ora improvvisamente il suolo sacro della Russia deve essere bonificato dalle loro scomode presenze. La Russia dovrebbe teoricamente mostrarsi piu’ aperta ed inclusiva specie ora che una guerra devastante contro l’occidente e’ alle porte.

Lascia un commento