Ragazzina accusa: “Stuprata da Balotelli”

Condividi!

È stata discussa davanti al gip del tribunale di Brescia Riccardo Moreschi l’opposizione alla richiesta di archiviazione avanzata dalla procura di Brescia nei confronti di Mario Balotelli, che era finito sotto indagine per violenza sessuale. Ad accusarlo, e ora a chiedere che la posizione dell’ex attaccante non venga archiviata, era stata una ragazza vicentina, 16enne all’epoca dei fatti, che disse di essere stata abusata nel 2017 dal calciatore che all’epoca vestiva la maglia del Nizza.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il ghanese aveva sostenuto che la ragazzina con il suo legale gli aveva chiesto soldi per ritirare la denuncia.




5 pensieri su “Ragazzina accusa: “Stuprata da Balotelli””

  1. Sembra che anche il figlio di Beppe Grillo sia stato o stia per essere interrogato riguardo lo stupro di gruppo operato nei confronti di una ragazzina ubriaca nonché riguardo l’aver appoggiato il suo scroto nudo e puzzolente sulla fronte di un’altra ragazzina svenuta per l’abuso di alcool ma immortalata umiliata in varie foto fatte coi cellulari. Almeno Balotelli una bella trombata se la sarà fatta…

  2. Non è detto che l’affermazione generica che sto per fare si applichi al caso specifico, però osservo che con tutti i bravi ragazzi che ci sono in giro, per qualche strana ragione alle ragazzine piace rincorrere invariabilmente i peggiori elementi. Salvo poi lamentarsi quando si ficcano nei guai.

    I caso peggiori sono quelli nei quali i bravi ragazzi di cui sopra, schifati nella loro gioventù più precoce, vengono irretiti da adulti per farsi carico delle conseguenze dei comportamenti intemperanti di quelle stesse ragazzette (nel frattempo abbondantemente cresciute, ma non migliorate) che li snobbarono o li irrisero in precedenza.

    Per equità, occorre riconoscere che anche tra i maschietti è comune snobbare le proprie coetanee più “misurate” in favore di quelle appariscenti, mettendo stupidamente in secondo piano le qualità morali.

    Ponessero più attenzione a chi si tirano in casa, non sentiremmo raccontare tante porcherie come quelle di cui ci inonda la cronaca. Qualche brava persona sarà ben possibile trovarla, per quanto non sia “merce” comune e il più delle volte non si riconosca a prima vista. Chi non si è ancora accasato, usi cautela.

  3. Aldilà della corruzione morale di molte giovani non instradate dai genitori evidentemente akkoglioni, PRIMA si punisce il NECRO stupratore, POI si fa capire alla giovane il proprio madornale errore!
    Ricordiamo i manifesti affissinelle strade di un italia migliore, quando aspirava a tornare IMPERO e ci stava rouscendo grazie a LUI!!!

Lascia un commento