Le telecamere di Lamorgese spiano gli italiani

Condividi!

Privacy,no al riconoscimento facciale
No del Garante Privacy al sistema Sari
Real Time da parte del ministero Inter-
no. Oltre ad essere privo di una base
giuridica che legittimi il trattamento
dei dati biometrici per il riconosci-
mento facciale a fini di sicurezza, il
sistema realizzerebbe una sorveglianza
indiscriminata di massa. Sottoposto

Sottoposto all’esame dell’ Autorità il
sistema consente, attraverso telecamere
installate in una determinata area geo-
grafica,d’analizzare in tempo reale i
volti dei soggetti ripresi,confrontan-
doli con una banca dati di 10mila.

La tecnologia doveva liberarci e invece ci sta rendendo schiavi.




5 pensieri su “Le telecamere di Lamorgese spiano gli italiani”

  1. Stiamo permettendo di farci controllare come bestiame. Ambiranno a registrare ogni giorno della nostra vita nei database.
    Forse il chip servirà a fornire il codice dell’id, in modo tale che oltre cbe a fornire la nostra immagine, tramite chip, forniremo la nostra identità.

  2. La Polizia conserva foto di tutti
    E Dio lo sa cosa le tiene a fare
    Gente che usciva allo scoperto
    Praticamente per respirare

    Ma ognuno ha una coscienza segreta
    Con cui fa il pranzo di Natale
    Sarà questione di ventilazione
    O di sapere che cos’è normale

    Daremo aria a queste stanze
    Molto prima che sia Natale
    Prima che quest’ossido di carbonio
    Cominci a farci male

    Daremo fuoco a queste stanze
    Molto prima che sia Natale
    Prima che l’ossigeno che ci danno
    Cominci a farci male

    (Ivano Fossati, 1984)

    P.S. Fossati è stato ed è un portavoce dei più schierati tra gli schierati, immancabile “ospite” di moltissime tra le occasioni di visibilità offerte dai “colorati rubizzi”. Riprendere le sue parole per lanciarle sui suoi “ispiratori” è cosa buona e giusta, anche perché è un modo per rimarcare in modo assai efficace la loro pelosissima ipocrisia.

Lascia un commento