Profugo islamico li uccide per strada perché pensa siano gay: «È un peccato grave»

Condividi!

Il 21enne, identificato solo come Adbullah AHH, è a processo con le accuse di omicidio, tentato omicidio e lesioni gravissime. Agli psicologi forensi che lavorano sul caso, il rifugiato ha spiegato di aver attaccato i due uomini perché si tenevano per mano e quindi gli sembravano gay. «Stavano commettendo un grave peccato», ha detto, rammaricandosi di non averli uccisi entrambi.

Il 21enne siriano, nell’ottobre 2020 aggredì alle spalle, con un coltello da cucina, due uomini che riteneva gay perché si tenevano per mano. Uno rimase ucciso, l’altro gravemente ferito. Per stessa ammissione dell’imputato, alla base di quel delitto c’erano le sue convinzioni religiose, già conosciute dalle autorità tedesche. Tanto che il giovane, arrivato in Germania come richiedente asilo, era stato arrestato per jihadismo. E poi scarcerato un mese prima del delitto.

VERIFICA LA NOTIZIA

Adbullah AHH era arrivato in Germania, da Aleppo, nel 2015. Aveva ottenuto l’asilo politico in quanto minore non accompagnato proveniente ma nel 2017 per lui erano scattati gli arresti per jihadismo e la classificazione come soggetto pericoloso. A ottobre dello scorso anno, a meno di un mese dalla scarcerazione, Adbullah AHH aveva colpito il 55enne Thomas L., uccidendolo, e il 53enne Oliver L., ferendolo gravemente per la sensazione che fossero omosessuali.

Nonostante non avesse più lo status di rifugiato, la Germania non poteva procedere con l’espulsione di Abdullah AHH. La Siria, infatti, secondo il governo tedesco, è un luogo pericoloso. La Daminarca, invece, lo ritiene un luogo sicuro. E anche chiunque abbia un briciolo di cervello.

Altro che legge Zan, l’unico modo di proteggere i gay, e non solo loro, è chiudere le frontiere.




5 pensieri su “Profugo islamico li uccide per strada perché pensa siano gay: «È un peccato grave»”

  1. beduino 1 froci 0 l’hanno preso al culo, e quindi è un gran bene per loro, i negri spacciano ai figli coglioni dei comunisti, e i beduini ci sgozzano i froci!… mmh,,,, tutto sommato sto tipo di integrazione non è troppo malvagia!.. mo aspettiamo che qualcuno magari un sickh inizi a sgozzare politici e magistrati….. poi la munnezza che rimane la puliamo noi!

  2. Con l’aumentare della presenza islamica aumenteranno gli atti di “omofobia”, e non ci sarà alcuna Legge Zan che lo potrà impedire.

    Il ddl di cui tanto si parla, serve solo ad imporre a tutti noi l’idea che l’omosessualità e la transessualità siano normali al pari dell’eterosessualità, ad imporre l’educazione gender nelle scuole con cui viene insegnato ai bambini che l’identità sessuale non è di natura biologica ma psichica. Una vera e propria legge liberticida degna di una dittatura LGBT.

Lascia un commento