AL VOTO! I SEGGI CHIUDONO:

Negli Usa riparte a razzo il contagio nonostante boom vaccinazioni!

Vox
Condividi!

Nelle ultime 24 ore, negli Stati Uniti si sono registrati 75.267 nuovi contagi e 932 morti per il Covid-19. I dati della Johns Hopkins University sono più alti della media degli ultimi sette giorni (71.115 contagi e 764 decessi).

VERIFICA LA NOTIZIA

La California è lo stato con più decessi in un giorno, 174. Mentre il Michigan, uno degli stati ora più colpiti, riporta quasi 10mila nuovi casi. Nello stato di New York, i morti sono 94 e i nuovi contagi 6mila.

La ripresa dei contagi avviene malgrado il procedere della vaccinazione. Al momento 122 milioni di americani hanno già ricevuto una prima dose di vaccino, con 75 milioni cui è stata inoculata anche la seconda. Come se in Italia fossimo rispettivamente a 25 milioni e 15 milioni. Invece siamo a 14 milioni e appena 4 milioni.

Vox

Arriveremo a livelli americani probabilmente solo a luglio. Potremmo quindi scoprire che il vaccino protegge poco rispetto al ‘lockdown’ e trovarci con 25mila contagi e circa 200 morti al giorno. Perché se il contagio non si ferma nemmeno con metà popolazione vaccinata, allora c’è un problema.

Il vaccino sarà solo un palliativo. Non la soluzione.

Ci sono solo due soluzioni: chiusure più o meno restrittive o finalmente accettare che la libertà può costare alcune centinaia di vite al giorno.




6 pensieri su “Negli Usa riparte a razzo il contagio nonostante boom vaccinazioni!”

  1. Gli studi del british qualcosa inglese da un picco di morti intorno alla media di 300 morti al giorno a ferragosto o giù di lì, ovviamente se tutto va bene, ovvero al netto delle varianti è sempre che i vaccini funzionino come affermato. I morti saranno sempre i vecchi, L’ ondata successiva al,lockdown e’ certa, in Italia andrà molto peggio. Scordiamoci l’estate scorsa senza morti, stavolta quella eccezione non assisterà i vecchiacci, il,massacro certo sarà sconvolgente anche perché totalmente inaspettato. Vox parla di 200 morti al giorno ma saranno molti di più, rispetto al 2020 gira molto più virus, oltretutto molto più contagioso, ed i vecchi vaccinati si sentono in una botte di ferro. Sarà peggio di Caporetto, sarà un pestaggio disumano, medici ed infermieri dovranno fare tanti straordinari, poveretti.

  2. “Il vaccino sara solo un palliativo non la soluzione”

    Vedo che qua c’è qualcuno che ancora crede che il vaccino possa avere un ruolo positivo, è incredibile perché quello che ogni giorno inoculano in migliaia di persone nel mondo è il virus stesso, questo per mantenere il loro nuovo ordine.
    I sintomi che i vaccinati riportano SONO il coronavirus e i molteplici richiami, che dicono di volervi fare, non sono altro che la loro assicurazione della continuazione dell’epidemia quindi della loro dittatura sanitaria.
    La fine, in realtà, l’abbiamo già vista l’estate scorsa ma a settembre hanno incominciato la folle e criminale campagna vaccinale e ri-eccoli tutti impestati. Con i richiami annuali finirà quando vorranno loro ma il problema non riguarda solo loro… anche le nostre vite saranno rovinate perché chi non sottostà alle regole si vedrà negato il permesso di espatrio per esempio e continueremo a dover uscire in strada imbavagliati con la conseguenza che i polmoni (di tutti) subiranno gravi danni, il sangue saturo di anidride carbonica = le aspettative di vita ridotte al minimo. Insomma: CHI SI VACCINA AVVELENA ANCHE TE, DIGLI DI SMETTERE!!!

I commenti sono chiusi.