Gesto degli occhi a mandorla, Gerry Scotti e Michelle Hunziker accusati Lazzismo

Condividi!

Striscia la notizia accusata di lazzismo per il gesto di Gerry Scotti e Michelle Hunziker. La lettera R sostituita con la L, e la simulazione degli occhi a mandorla allungati con le dita. Un dramma, chiamate subito Boldrini. A proposito: sapete nulla di Boldrini?

I due, introducendo un servizio sulla sede Rai di Pechino, hanno fatto il simpatico gesto. Su di loro la bizzarra accusa di razzismo da parte di un profilo Instagram internazionale, Diet Prada.

Michelle Hunziker è intervenuta sulle sue storie di Instagram: “Non era assolutamente mia intenzione ferire la sensibilità della cultura cinese, io amo tutte le culture e sono contro ogni tipo di razzismo, ogni tipo di violenza e ogni tipo di discriminazione. Ma mi rendo conto che posso aver veramente urtato la sensibilità di qualcuno e per questo chiedo umilmente scusa”.

Ma ci fosse mai uno che dice: “Avete rotto il cazzo”. Sono tutti ‘ribelli’ a pagamento. Nessuno che lo sia davvero. Ormai l’unica vera forma di ribellione è il politicamente scorretto.

C’è ormai uno scollamento totale tra il sentire comune quotidiano e quello che ‘pensa’ – parolona – una infima ma rumorosa minoranza che vive di ‘sessismo’, ‘razzismo’ e ‘omofobia’. Sono parassiti della società che succhiano la vostra forza vitale con le proprie turbe mentali.




13 pensieri su “Gesto degli occhi a mandorla, Gerry Scotti e Michelle Hunziker accusati Lazzismo”

  1. Questa infima e parassitaria minoranza iperattiva di rompicoglioni al cubo va schiacciata. gli vanno tolti gli amati profili di facebook, youtube e quant’altro usano per impestare la rete.
    Serve una rivoluzione di paradigma, i patrioti devono essere protetti da queste reti sociali, questi infami devono essere perseguitati appena aprono la loro finestrella virtuale sul mondo.
    E avverrà, forse non domani, ma avverrà, ci hanno insegnato loro come si trattano gli oppositori, ne faranno le spese quando la ruota della storia girerà in verso contrario.

  2. Ma chi è che crede alla spontaneità di questa vicenda? A me sembra tanto un teatrino: con un gesto xxx Tizio e Caia creano scalpore — alcuni cascano nel trappolone (magari gente pagata per farlo) e danno vita a una indignata protesta — il “peso” della protesta viene amplificato per darle visibilità — Tizio e Caia, secondo copione, fanno partire il solito pippolone antirazzista (anche questo a pagamento?) esibendo -dico ESIBENDO- “pentimento”.

    Qual è il messaggio? “Se tu pure hai o avresti fatto qualcosa di simile, pentiti preventivamente e non provare neppure a pensare certe cose.

    Volponi. Ci sarei potuto cascare (anzi, ci sono cascato) trent’anni fa, ora ne ho viste davvero troppe perché possiate riuscire a gabbarmi.

    E con questo, anche ‘sti due (che comunque già mi hanno stufato da tempo) sono classificati dalla ‘a’ alla ‘z’. Se ne salverà qualcuno, o è solo necessario aspettare il turno di ciascuno?

    1. Ma x favoreeee!!!Non esiste solo la lega, qualche commento dove non maledico i kompagni lo faccio anch’io, pigliati una pausa!!!
      Non capisci che più fai così e meno vieni preso sul serio?Se commento un articolo che parla di
      videogiochi mica me ne esco con “Anche un comunista…”.

      1. ma quando mai i leghisti hanno visto con attenzione
        le questioni serie?

        ma presto dovrete rendervi conto
        di cosa significa veramente tutti questi milioni di scimmie vaccinate

        ove le maggiori percentuali
        hanno la camicia verde

  3. Io SONO razzista (meglio ancora: razzialista), ovvero riconosco l’esistenza delle differenti razze in seno alla specie dell’Homo sapiens e proteggo e difendo, prima di qualunque altra, la mia, quella ariana, dell’uomo bianco.

Lascia un commento