AstraZeneca, Germania vieta anche seconda dose per under 60

Condividi!

Dovete cambiare spacciatore.

I cittadini tedeschi di età inferiore ai 60 anni cui è stata somministrata una prima dose di vaccino anti-Covid Astrazeneca faranno il richiamo con un altro vaccino. A stabilirlo sono stati i ministri della Salute federale e dei 16 stati tedeschi, che hanno scelto di far completare la vaccinazione a quella fascia di popolazione con Moderna o Pfizer Biontech. “La soluzione ideata offre una buona protezione”, ha commentato il deputato bavarese Klaus Holetschek, che ha presieduto nella tarda giornata di ieri una riunione dei responsabili della Sanità. Gli altri due antidoti, ha aggiunto, “sono una buona alternativa “in particolare nella terza ondata”. Solo in casi individuali e dopo una valutazione medica sui rischi legati al singolo caso Astrazeneca potrà essere usata per il richiamo per chi ha meno di 60 anni.

Sono 21.693 le nuove infezioni da Coronavirus registrate in Germania nelle ultime 24 ore. Nel darne notizia, il Robert Koch Institut sottolinea come si tratti di più del doppio dei contagi registrati una settimana fa, quando il bilancio giornaliero era di circa 10mila nuovi contagi e 298 morti. Oggi i nuovi decessi provocati dal Covid-19 sono stati 342. L’incidenza su sette giorni registrata a livello nazionale sale così a 153,2. Il tasso settimanale è determinante per l’adozione di misure restrittive, che il governo tedesco ha deciso ieri di uniformare su tutto il territorio senza più lasciare la possibilità alle regioni di decidere. I provvedimenti – tra cui il coprifuoco tra le 21 e le 5 – scatteranno nei territori maggiormente esposti al raggiungimento del tasso di incidenza di 100.

Da noi scatta a 250.




Lascia un commento