Altri 500 morti e 13mila contagi ma il governo riapre gli stadi

Condividi!

Sono 13.447 i contagi da coronavirus in Italia oggi, 13 aprile, secondo i dati delle regioni nel bollettino della Protezione Civile. Da ieri, nella tabella sul sito del ministero della Salute, inseriti altri 476 morti, che portano il totale a 115.088 dall’inizio dell’epidemia di covid-19. Da ieri eseguiti 304.990 tamponi.

Sono 3.526 i pazienti ricoverati nelle rianimazioni per Covid in Italia, in calo di 67 unità rispetto a ieri nel saldo giornaliero tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 242 (ieri 167). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 26.952 persone, in calo di 377 rispetto a ieri.

Ma nonostante i morti e le terapie intensive ancora ai massimi, con un contagio piuttosto stabile nelle ultime settimane, il governo cede al ricatto dell’Uefa e apri gli stadi a migliaia di persone. Lo ha deciso il virologo Vezzali. Intanto, piccoli commercianti chiusi.

Il Governo italiano ha appena dato il suo ok con una lettera del sottosegretario allo sport, Valentina Vezzali, al presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, per la presenza del pubblico allo stadio Olimpico per l’Europeo di calcio, nella misura richiesta dell’Uefa di “almeno il 25% della capienza”. Lo apprende l’ANSA. La lettera sarà poi girata dalla Federcalcio all’Uefa.




6 pensieri su “Altri 500 morti e 13mila contagi ma il governo riapre gli stadi”

  1. I vecchi schifosi attaccati alla vita finalmente cominciano a capire che preservare la loro salute e’ l’ultimo dei problemi del governo Draghi, tanto voluto da Mattarella: scopo della politica sanitaria oggi come ieri non e’ quello di minimizzare le morti dei vecchiacci, percettori per lo più di pensioni nonché costi fissi del sistema sanitario nazionale, no, non è per la vostra vita che si tiene chiuso un paese, lo scopo di Draghi e’ quello di sterminare la borghesia imprenditoriale italiana, ridurla alla fame, venderne le figlie e le mogli come schiave sessuali. E ci stanno riuscendo vecchiacci schifosi, anche grazie al vostro appoggio, ma continuate a morire a botte di 500 al giorno, contenti voi… Oggi il rapporto tra positivi diviso i nuovi casi testati e’ bassissimo, probabilmente le regioni Abano e spalmano per tornare gialle e riaprire agli aperitivi, bene, benissimo, dopo le scuole altri contagi.

    1. nel progetto di Jaques Attali
      cioe l’uomo piu potente di Francia
      c’era palesemente scritto (vedi libro Il futuro della vita, 1981)
      che con i vaccini anticovid
      avrebbero prodotto lo sterminio dei vecchi, i deboli, gli inutili e gli idioti .

      Ed infatti i leghisti sono la categoria piu vaccinata.

  2. “ALTRI 500 MORTI”… sì, in Italia ogni giorno circa 1800 individui vanno all’altro mondo. Per tante cause. Quella attribuita al fantacovid è la più inverosimile, dal momento che le “statistiche” in merito si costruiscono sulla base dei “tamponi”, i quali, in quanto mezzi diagnostici, sono completamente inaffidabili – come certificato scientificamente primo fra tutti dal loro stesso inventore, il Premio Nobel per la chimica Kary Mullis. La medesima cosa vale, naturalmente, in relazione al quotidiano fantanumero dei “contagiati”.

    Questa simil-influenza è, ripeto per l’ennesima volta, poco morbosa e POCHISSIMO letale. E curabile a casa, senza bisogno di nessun ricovero in (MI TOCCO) “Pronto Soccorso” (cfr. groups.io/g/libertari/message/4914). NIENTE a che fare con nessunissima “pandemia”, ma tutto a che vedere coi kosherpiani tVansnazionali del Gran “Reset”.

  3. Breve articolo perfetto che condivido dalla prima all’ultima parola.

    P. S.: Le autorità comunali che non criticano e non contrastano (coi fatti) le direttive in materia “sanitaria” stabilite, dall’inizio di questa farsa tragica, dalla mafia politica criminale del governo sono COMPLICI della medesima e un giorno saranno chiamate anch’esse a pagare per le loro responsabilità nei confronti dei cittadini italiani.

    °°°°°°

    Provo vergogna a vivere in questo Paese

    Danilo Quinto

    maurizioblondet.it/provo-vergogna-a-vivere-in-questo-paese/

Lascia un commento