Covid Usa, Fauci: boom contagi nonostante vaccino

Condividi!

Fauci si domanda perché negli Usa, come in Cile, i contagi dilaghino nonostante il vaccino:

“Nelle ultime settimane negli Stati Uniti, dopo picchi molto alti di contagi, il plateau è stato raggiunto a livelli superiori a quelli auspicabili: si è attestato a 20-30mila contagi al giorno. Ultimamente abbiamo assistito a una risalita fino a 30, 40, 50 mila casi, e la settimana scorsa negli ultimi tre giorni sono stati 63mila. La nostra preoccupazione è che questa tendenza all’aumento possa portare a un notevole incremento del picco”. È quanto dichiarato dal virologo Anthony Fauci, consigliere del presidente per le questioni sanitarie del presidente americano Joe Biden, Ospite di ‘Mezz’ora in più/Il Mondo che verrà’ su Rai 3. “Una notizia incoraggiante è che il programma vaccinale degli Stati Uniti sta andando molto bene: abbiamo 62 milioni di persone completamente vaccinate e oltre 100 milioni parzialmente vaccinate. Ogni giorno ne vacciniamo 3-4 milioni – ha spiegato -. Speriamo che con il passare delle settimane l’aumento del numero dei vaccinati impedirà questa crescita ma ancora non lo sappiamo con certezza: in alcuni Stati, come Michigan, New York e New Jersey, i contagi anziché stabilizzarsi sono tornati ad aumentare, e questo è preoccupante”. Secondo Fauci, anche in Europa “è possibile che responsabile dell’aumento dei contagi sia la capacità della variante inglese: magari a cancellare gli effetti del lockdown è l’aumento di trasmissibilità del virus”.




Lascia un commento